Tu sei qui

Rossi: "KTM vuole Zarco? Io penso solo a me stesso"

Il Dottore comanda il Monza Rally, facendo la differenza nella lunga speciale "Grand Prix": "Quella prova è come correre una gara di MotoGP"

News: Rossi: "KTM vuole Zarco? Io penso solo a me stesso"

Valentino Rossi mette nel mirino il sesto sigillo al Monza Rally Show, ma la strada che porta al successo è più difficile del previsto. Già, perché nella seconda giornata di gara, il Dottore ha dovuto fare i conti con  Marco Bonanomi, che si è rivelato una vera a  propria spina nel fianco per il 46. Soltanto un decimo separa i due piloti a favore del pesarese e domani tutto si deciderà nelle ultime tre prove.

Sono molto soddisfatto del sabato – ha esordito Rossi – con Marco è una grande sfida e sono convinto ce la giocheremo fino all’ultimo. Non c’è solo lui a contendermi la vittoria, ma anche Mikkelsen e Cairoli, dato che sono vicini”.

Ancora una volta il pesarese ha fatto la differenza sui due passaggi della speciale “Grand Prix”, della lunghezza di oltre 70 chilometri.

“Rispetto ai rallisti, i pistaioli hanno un piccolo vantaggio su questa prova – ha analizzato il 46 – noi piloti di moto siamo cresciuti lavorando soprattutto sulla staccata, cercando l’ultimo metro giro dopo giro e forse è proprio per questo che riusciamo ad essere più competitivi”.

Rossi entra poi nel dettaglio.

“Nelle prove corte è come fare un giro in qualifica con gomme nuove, dove non sono più di tanto veloce – ha spiegato -  preferisco le speciali in cui bisogna compiere più giri, dato che è come disputare una gara”.

Le ultime due prove del rally si sono disputate col buio. Una situazione che per certi versi ricorda la 8 Ore di Suzuka.

“Guidare di notte è molto da rallisti – ha commentato Rossi- in confronto a Monza, Suzuka era ancora più difficile, perché la moto ha solo un faro e non si vedeva niente. Fortunatamente quando ho corso la 8 Ore non mi sono trovato in quella situazione, perché la prima volta non ho finito la gara, mentre la seconda l’ha terminata Edwards.  Personalmente correre di notte in moto non mi piace, perché pericoloso”.

Ultima battuta sul mercato piloti in ottica 2019, dove parla dell’interessamento di KTM nei confronti di Zarco. A Rossi viene domandato quale comportamento dovrà adottare Yamaha.

“Sinceramente non saprei, penso solo a me”.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti