Tu sei qui

Brivio Jr., dai camion ai rally: voglio correre più di Vale

"A Monza è vietato parlare di moto, battere Uccio la priorità. Iannone? È un leone da gara, nel 2018 Rins ci farà vedere qualcosa di bello"

News: Brivio Jr., dai camion ai rally: voglio correre più di Vale

Durante l’anno percorre migliaia di chilometri in giro per l’Europa col camion del team Suzuki, occupandosi nel fine settimana dell’attività logistica della squadra, di cui suo fratello è team manager. Una volta che la stagione è arrivata al termine, Roberto Brivio si cala nelle vesti di pilota da rally, sfidando i campioni delle due e quattro ruote al Monza Rally Show.

Anche quest’anno non ha voluto mancare alla kermesse brianzola, prendendo parte per la prima volta con la Hyundai i20WRC. Al suo fianco non c’è però Davide, con cui condivideva l’abitacolo da tempo, bensì il nipote Luca.

“Come ben sapete è sempre emozionante essere a Monza e devo ringraziare Valentino – ha esordito Roberto - quest’anno corro con una vettura nuova e la Hyundai mi ha sorpreso. La macchina ha un motore davvero cattivo e aggressivo, soprattutto nelle prime tre marce. Per quel poco che ho capito, la i20 è un po’ più esigente rispetto alla Fiesta con cui ho disputato le precedenti edizioni”.

A Monza c’è poi sempre una sfida in famiglia con Uccio.

“Batterlo è il primo obiettivo, arrivargli davanti regala sempre una grande emozione (sorride). Quest’anno poi c’è anche Pasini con la Fiesta ed è davvero una bella bagarre”.

Come tutti sappiamo durante la stagione guidi il camion. Possiamo dire che il salto sulla macchina da rally non è poi cosi grande?

“Il camion è molto più facile, perché automatico, infatti devi solo frenare e girare lo sterzo. Purtroppo quest’anno non c’erano più Fiesta a disposizione, di conseguenza abbiamo optato per la Hyundai e sono molto entusiasta”.

Fa strano non vedere Davide al tuo fianco nelle vesti di navigatore.

È stata un’annata molto esigente dal punto di vista lavorativo – ha sottolineato Brivio - inoltre lui la prossima settimana dovrà tornare in Giappone e quindi non poteva proprio esserci  Monza. C’è però mio nipote a sostituirlo, anche se con Davide siamo in contatto da casa”.

Nel frattempo si è conclusa la stagione MotoGP. In questo 2017 siete ripartiti con due piloti nuovi, cosa ti ha colpito di Rins e Iannone?

“Purtroppo abbiamo iniziato male – ha ammesso Brivio - Alex infatti si è infortunato, mentre Andrea ha dovuto confrontarsi con una moto completamente nuova. Abbiamo però compiuto un importante passo avanti – ha aggiunto - penso che Iannone sia un leone da gara, anche se dobbiamo adattarlo di più alla nostra moto”.

Alex appare invece come un ragazzo molto sereno e tranquillo.

“Magari davanti ai microfoni – scherza  - alle cene è il primo che si vuole divertire (sorride). Sono convinto ci farà vedere qualcosa di bello nel 2018. Sono contento perché all’interno dei box c’è un’atmosfera famigliare e quando un pilota è in difficoltà, capita che i tecnici dell’altro lo aiutino”.

Hai parlato di box. Come avete vissuto la presenza di Belen?

Credetemi, lei non si vede mai. È venuta a qualche gara, però è una persona molto discreta”.

Molte persone hanno sostenuto che potesse distrarre Andrea.

Quello che dice la gente non è per niente vero, ciò che conta è che loro andassero d’accordo e Andrea ci metta sempre del gas”.

Da dove si riparte in vista del 2018?

Negli ultimi test di Valencia siamo riusciti a creare una bella base – ha sottolineato Roberto - abbiamo svolto un lavoro comparativo sui telai e i tempi realizzati sono stati incoraggianti”.

Ancora due battute su Monza. Li porterete Rins e Iannone a correre al rally?

“Sarebbe bello, però dovrebbero correre con una Suzuki. Purtroppo al momento la Casa non dispone di una WRC”.

Lo scorso anno Valentino ha detto che disputerà questa corsa fino a 50 anni.

Se lui corre fino ai 50, vorrà dire che io lo farò  per dieci anni in più (sorride). Questo weekend è speciale, inoltre nel box c’è una regola da non trasgredire, ovvero vietato parlare di moto. Si parla solo di auto, gomme e stop”.      

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti