Tu sei qui

Kawasaki Ninja ZX-10R SE: l'unione fa... il KECS

L'ultima versione della verdona regina in SBK adotta un sistema di controllo semi-attivo delle sospensioni sviluppato con Showa

Moto - News: Kawasaki Ninja ZX-10R SE: l'unione fa... il KECS

Share


Per il 2018 la Kawasaki ZX-10R viene proposta nella ultra raffinata versione SE. L'ultima nata della casa di Akashi ripropone il notevole pacchetto tecnico della moto replica della regina in SBK con Johnny Rea, con in più cerchi Marchesini forgiati e cambio KQS (a funzionamento bi-direzionale), ed introduce la novità del KECS (acronimo di Kawasaki Electronic Control Suspension), esclusivo per questo modello, e non è altro che un nuovo sistema di controllo semi attivo di mono e forcella che consente un setting variabile delle sospensioni praticamente in tempo reale. Tecnologia sviluppata in collaborazione con Showa, il KECS rappresenta uno salto in avanti in fatto di controllo dello smorzamento event based messo a punto per rendere la Ninja ancora più efficace nella guida soprattutto in pista.

COME FUNZIONA - Questa novità sfrutta sostanzialmente una elettrovalvola a solenoide con attuazione diretta monostadio (cioè un singolo solenoide che consente una posizione aperta o chiusa). Una tecnologia che garantisce, secondo quanto dichiarato dalla casa, una velocità di intervento quasi istantanea, con tempi di reazione dell'ordine di 1 millisecondo. A differenza di altri sistemi di tipo step motor o che adottano valvole a due stadi, la tecnologia sviluppata da Showa consente di ottenere tempi di risposta più rapidi, adattando l'assetto e l'intervento dell'idraulica alle condizioni della strada e di guida in tempo reale, fornendo la quantità ideale di smorzamento richiesto. 

Le lettura per ottenere poi l'intervento necessario si basa su tutta una serie di parametri letti dai vari sensori: come velocità, accelerazione/decelerazione ed inclinazione della moto e tramite poi una  piattaforma di misurazione inerziale (IMU) ed una ECU dedicata alle sospensioni, si opera un'immediata regolazione di mono BFRC e forcella BFF da 43 mm indirizzando la corrente ai solenoidi per regolare l'intervento ideale a seconda della situazione e secondo poi le tre possibili impostazioni di base: "Road", "Track" o "Manual".
L'opzione "Strada" offre delle sospensioni meno sostenute e più votate al massimo assorbimento; la "Pista" interviene, come ovvio, "chiudendo" maggiormente l'idraulica, irrigidendo l'assetto per sfruttare così il massimo del potenziale tra i cordoli.

L'ultima opzione, la "Manuale" consente di adattare la risposta alle esigenze di ognuno, utilizzando 15 livelli per lo smorzamento sia in compressione ed in estensione. Le impostazioni manuali vengono selezionate elettronicamente dal pannello LCD della strumentazione. In tutti e tre le modalità, il KECS regola sempre lo smorzamento in funzione della velocità del veicolo, della corsa e della decelerazione.

La Kawasaki Ninja ZX-10R SE ricordiamo conferma il comparto motore/elettronica già molto avanzato della ZX-10 R base, con il 4 cilindri in linea da 998cc e 200 CV di potenza a 13.000 giri. Tanta tecnologia però ha un prezzo: Kawasaki dichiara 23.690 euro f.c.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti