SBK, Suzuki torna in Superbike con Grillini nel 2018

Dopo anni con Kawasaki, la squadra di Montecarlo schiererà la nuova GSX-R 1000. Il team manager Andrea: "siamo privati ma determinati a fare bene"

Share


In una singola e fugace apparizione, abbiamo assistito sulla pista di Jerez al debutto della nuova Suzuki GSX-R 1000, la quattro cilindri di Hamamatsu, portata in gara dallo svizzero Dominique Schmitter con il team HPC Power, iscritto nel campionato tedesco IDM, in Spagna presente come wild card.

Stagione completa, invece, quella 2018 per il marchio giapponese, rappresentato dal team monegasco Grillini Racing che, dopo anni di partnership con Kawasaki, passa a Suzuki, intraprendendo un progetto totalmente nuovo ed indipendente: “abbiamo avuto 5 anni proficui con Kawasaki -riconosce il team manager Andrea- contraddistinti da  professionalità e collaborazione di ottimo livello; per questo voglio ringraziare tutto lo staff della Casa di Akashi. La nuova sfida marcata Suzuki è per noi stimolante: faremo tutto in casa, senza il supporto ufficiale della azienda, ma ci metteremo l’impegno e le competenze del caso. Seppur da team privato, siamo determinati a fare bene, consapevoli che ci sarà da lavorare molto per sviluppare la nuova moto”.

Avete già scelto i piloti?

Non ancora: abbiamo trattato fino all’ultimo con Ondrej Jezek, senza trovare un accordo finale; stiamo parlando con Roberto Rolfo, già con noi nell’ultimo round iridato a Losail, cercando la miglior soluzione possibile. Comunque, a breve avrete i nomi dei due piloti che schiereremo nel 2018”.

Suzuki è un marchio storico del Mondiale Superbike, ed Andrea promette una livrea all’altezza del blasone del marchio GSX-R: “schiereremo nella prossima stagione Superbike due GSX-R caratterizzate da grafiche originali e significative; presenteremo ufficialmente il team e le nuove moto a Montecarlo nel prossimo dicembre”.

 

Articoli che potrebbero interessarti