SBK, Losail: il Bello, il Brutto e il Cattivo

Rea scrive un'altra pagina di storia nel Mondiale Superbike, Mahias conquista il titolo SSP, ma i riflettori sono tutti per Kenan Sofuoglu

Share


A Losail si sono spente le luci sulla stagione 2017 del Mondiale Superbike. Un’annata che ha esaltato le qualità di Johnny Rea, mattatore del Campionato, a tal punto da stabilire il nuovo primato di punti nelle derivate. In Supersport Lucas Mahias ha centrato il titolo, ma i riflettori del Qatar li ha presi tutti Kenan Sofuglu. Il suo fine settimana è infatti da mostrare ai giovani che sognano di approdare nel motociclismo.

IL BELLO Una dimostrazione di cuore, carattere e coraggio. Giù il cappello per Kenan Sofuoglu, protagonista del fine settimana qatariota. A 33 giorni di distanza dalla frattura all’anca, il turco si è presentato in pista e ha concluso con un podio che rimarrà impresso nella mente degli appassionati. Non avrà vinto il titolo della SSP, ma poco importa.

IL BRUTTO Tom Sykes si giocava il secondo posto in Campionato insieme a Chaz Davies, tanto che entrambi arrivavano all’appuntamento finale a pari punti. Una tre giorni amara per l’alfiere Kawasaki, soltanto sesto in Gara 1 e non pervenuto nella rivincita del sabato. 

IL CATTIVO Un rodeo vero e proprio, così l’ha definita Gara 2, Chaz Davies. La sua Ducati sembrava infatti un cavallo imbizzarrito, ma lui è riuscito a domarla, mettendo in cassaforte il titolo di vicecampione e vendicandosi del finale 2016.

LA DELUSIONE Da quando ha messo nero su bianco con Honda, ci si chiede che fine abbia fatto Leon Camier. Anche nel deserto del Qatar l’alfiere MV Agusta è stato protagonista di una tre gironi anonima. Lo aspettiamo il prossimo anno.

LA CONFERMA Vuoi o non vuoi, Johnny Rea mette sempre d’accordo tutti. Tanto per cambiare il nordirlandese ha fatto la voce grossa anche nel round conclusivo 2017, ottenendo il record stagionale di punti nelle derivate con 556. Battuti i 552 di Edwards. 

L’ERRORE Non uno, bensì due. Non poteva avere esito peggiore Gara 1 per Alex Lowes, finito a terra quando era in lotta per il podio. L’alfiere Yamaha è comunque riuscito a riscattarsi nella giornata di sabato, portando la R1 sul gradino più basso.

LA SORPRESA Alzi la mano chi avrebbe scommesso dopo Magny-Cours, di rivedere in pista per l’ultima gara della stagione Sofuoglu. Probabilmente nessuno, se questa non è una sorpresa!

IL SORPASSO Difficile sceglierne uno tra le tre gare andate in scena. Per l’occasione vogliamo premiare quello di Kenan Sofuoglu nei confronti di Federico Caricasulo.

LA CURIOSITA’ Non era mai accaduto prima d’ora che una gara del Mondiale Superbike si disputasse al venerdì. Una scelta che ha lasciato in molti perplessi.

IO L’AVEVO DETTO Alex Lowes era stato chiaro dopo il podio Misano, a tal punto da dichiarare: “Adesso è il momento di puntare alla vittoria”. Intendeva nel 2018.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti