Tu sei qui

SBK, Losail: Mahias campione, Sofuoglu da applausi

Il francese vince la volata con Cluzel, e conquista il titolo iridato. Sofuoglu lotta come un leone e abdica con l'onore della armi: podio per lui

SBK: Losail: Mahias campione, Sofuoglu da applausi

Tutto come da pronostico, ma la gara di oggi della SS a Losail consegna la migliore immagine del 2017. Da un lato un Lucas Mahias che le ha provate tutte per riuscire a vincere, senza fare calcoli (cosa agevole dato il vantaggio in classifica), e dall'altro un comunque grande Kenan Sofuoglu che ha corso con il cuore in mano, infischiandosene degli infortuni e delle cadute che quest'anno gli hanno reso complicata la riconferma sul trono mondiale.  

Sono stati sicuramente loro i più bravi ed i più veloci della stagione, anche se il computo delle vittorie è a vantaggio del turco (5 a 2), Lucas ha dalla sua il merito di non aver commesso pochissimi errori in stagione, tenendo sempre alto e costante il suo ruolino di marcia. E quest'utlima gara ha mostrato che il francese della Yamaha non ha nulla per demeritare di essere lui il successore del turco sull'albo d'oro: "Non volevo arrivare decimo, risultato che poteva bastare, ma ho voluto spingere comunque"  le parole del neo Campione del Mondo. "E' stato incredibile - ha poi aggiunto- se penso che 10 anni fa, quando ho iniziato a correre, reputavo impossibile vincere nel Mondiale SS....ma ci sono riuscito e sono felice di questo" le parole di Lucas.

Gli fa eco Sofuoglu che a fine gara dichiara:"Il Campionato non lo abbiamo perso qui, ma in altre occasioni. Oggi sono comunque contento perchè ad un certo punto pensavo di poter anche provare a dire la mia per vincere. Considerando che arrivo da un letto di ospedale, è un grande risultato" .

La gara è stata un tetro di emozioni con una lotta che sulle prime ha visto 6 piloti al comando a sgomitare per un posto al sole. A metà del round la lotta si è ristretta alla Honda di Jules Cluzel contro le Yamaha di Mahias e Caricasulo. Sul finale, dopo una bella serie di sorpassi e controsorpassi è stato Mahias a bruciare sul traguardo Cluzel, mentre alla loro spalle, Sofuoglu, in furibonda rimonta con il serbatoio della sua Ninja 600 che si andava alleggerendo (suo il giro più veloce della gara con 2.01"832), riesce ad agguantare uno stupendo terzo posto, a discapito del nostro Federico Caricasulo, chiudendo con una prestazione magistrale una gara corsa con il cuore in mano.
Con il secondo posto di oggi Jules Cluzel ha consolidato il terzo posto in campionato, avendo la meglio su Sheridan Morais. Quarto in gara, e quinta piazza finale in campionato, per un comunque più che positivo Federico Caricasulo. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti