Tu sei qui

Moto3, Martin comanda le FP3 a Sepang

Primo tempo per lo spagnolo del team Gresini, con Guevara e Mir appena dietro alla sua Honda. 5° Fenati, 7° Bastianini

Moto3: Martin comanda le FP3 a Sepang

Share


Un violento scroscio d’acqua mattutino ha bagnato la pista di Sepang, costringendo i piloti a montare le gomme Dunlop rain nelle prime fasi della sessione, non sfruttati da tutti i protagonisti, perché il sole, spuntato proprio ad inizio turno, non aveva asciugato ogni punto del tracciato malese.

Ma negli ultimi 5 minuti la situazione è improvvisamente mutata: asfalto finalmente asciutto e gomme slick per ogni pilota; con un colpo di reni improvviso, Jorge Martin sigla il primo tempo in 2’15”606 con la Honda del team numero 88 del team Gresini, moto che lo spagnolo ha fatto partire spesso dalla pole position in questa stagione.

Juanfran Guevara è stato beffato proprio all’ultimo istante e si deve accontentare del secondo crono; dopo il pilota KTM, la Honda del neo campione del Mondo Joan Mir, terzo a mezzo secondo da Martin.

In quarta e quinta posizione nella lista le due Honda Snipers, con Julies Danilo e Romano Fenati, sesto il malese Adam Norrodin, che conosce ogni centimetro della pista di Sepang, serpenti inclusi, e ha infatti mostrato linee e traiettorie originali ma redditizie.

Settimo tempo per Enea Bastianini del team Estrella Galicia, dopo di lui il compagno di squadra Aron Canet, il più spettacolare in pista stamattina; nono l’argentino Rodrigo, che ha commesso anche un lungo nel giro decisivo, decimo lo scozzese McPhee, che sperava piovesse per tutto il turno.

Fabio Di Giannantonio, attento a non uscire dal box Gresini quando la pista non era completamente asciutta, una volta fuori ha stampato il tempo numero 13 della sessione, prima di altri italiani: Pagliani su Mahindra, Bulega con la KTM Sky VR46, Bezzecchi con la Mahindra gemella di Pagliani.

Ventunesimo e molto prudente Niccolò Antonelli, che proverà l’attacco alla prima fila nel pomeriggio con la sua KTM, Dalla Porta, Migno ed Arbolino non hanno rischiato, finendo nelle ultime posizioni nei tempi di mattinata.

 

Articoli che potrebbero interessarti