Tu sei qui

Moto2, De Angelis sostituisce Simeon a Sepang

Xavier fuori dai giochi dopo l'infortunio a un dito, Alex torna sulla Kalex del Team Tasca con cui aveva già corso a Silverstone

Moto2: De Angelis sostituisce Simeon a Sepang

Dopo l'infortunio occorso a Xavier Siméon durante le sessioni di qualifica del Gran Premio d'Australia a Phillip Island con conseguente intervento chirurgico al dito mignolo della mano destra, Tasca Racing annuncia la presenza di Alex De Angelis in sella alla Kalex del Team per l'appuntamento del prossimo weekend in Malesia.

Un legame forte e di estrema fiducia reciproca quello tra De Angelis e Tasca Racing, che decide di affidarsi nuovamente all'esperienza e all'affidabilità del campione sammarinese per colmare l'assenza forzata di Siméon, come già accaduto in occasione del Gran Premio d'Inghilterra a Silverstone.

De Angelis, che è già pronto ad unirsi alla squadra in Malesia, esprime la sua massima soddisfazione nel scendere in pista a Sepang, una pista che lo ha visto protagonista di ottime prestazioni nel corso della sua pluriennale esperienza nel Motomondiale, ma soprattutto della conquista del gradino più alto del podio nella stagione 2012 di Moto2.

"E' stato fantastico ricevere nuovamente la telefonata di Enrico Tasca ed avere una nuova ed emozionante opportunità per scendere in pista su un circuito, dove ho già trionfato in Moto2 - dice De Angelis - Tutto ciò porta ancor più valore ad un'operazione già di per sé entusiasmante. Cercherò come sempre di dare il meglio di me lungo il weekend, senza mettermi in testa obiettivi troppo particolari, e colgo l'opportunità per fare i migliori auguri di pronta guarigione a Xavier Siméon.

Il team manager Enrico Tasca aggiunge: “purtroppo ci siamo ritrovati ancora una volta a dover fare i conti con le conseguenze che un infortunio in pista può portare, ma fortunatamente possiamo contare di nuovo sulla disponibilità e sull'entusiasmo di un vero professionista come Alex De Angelis. Sono felice che possa tornare a correre su un circuito così speciale per lui e gli auguro di raccogliere grandi soddisfazioni. Ciò non farà altro che stimolare ancor di più la sua voglia innata di mettersi costantemente in gioco”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti