Tu sei qui

Moto3, Vinales: 3ª moto ufficiale? a Zarco non conviene

Maverick ha battuto il francese in volata: "contento del podio ma mi è rimasto solo il 2° posto in campionato come obiettivo"

Moto3: Vinales: 3ª moto ufficiale? a Zarco non conviene

Share


Sedici millesimi, sono quelli grazie a cui Maverick Vinales ha potuto festeggiare sul podio in Australia dopo avere bruciato Zarco sotto la bandiera a scacchi. Lo spagnolo ha fatto parte del mucchio selvaggio che ha regalato uno spettacolo incredibile per 27 giri. Il pilota Yamaha voleva puntare ancora più in alto, ma non tutto è andato come sperava.

Mi stavo risparmiando per la volata, ma a 5 giri dalla fine ho avuto un contatto con la ruota posteriore della moto di Iannone - racconta - In realtà sono stato fortunata a fare la curva, pensavo di finire nella ghiaia, ma mi sono ritrovato in 8ª posizione. Ho solo potuto recuperare più posizioni possibile e alla fine sono contento del podio”.

Maverick pensava di potere passare anche Valentino.

Avevo più trazione nella parte finale di gara, è quello che mi ha permesso di vincere la volata con Zarco, ma Rossi è uscito troppo bene dall’ultima curva - ammette - Ho scelto di usare la gomma morbida al posteriore e per il mio stile di guida era la migliore”.

Vinales, però, non può essere del tutto soddisfatto di questo GP a Phillip Island.

Sono contento per la gara ma deluso per il campionato - perché con 50 punti di svantaggio da Marquez  è matematicamente escluso dalla lotta per il titolo - Ora l’obiettivo è il 2° posto finale e ho un po’ di amaro in bocca perché penso che in questa seconda parte di stagione non abbiamo fatto il massimo”.

Dall’altra parte, le ultime gare gli hanno regalato fiducia.

È importante finire bene questa stagione per preparare al meglio la prossima - sottolinea - Qui abbiamo lavorato bene e siamo anche riusciti a migliorare sull’acqua durante il warm up. Se ci servirebbe una terza moto ufficiale, come Honda e Ducati? Sarebbe utile ma forse, come ha detto Valentino, Zarco andrebbe un po’ in confusione con la nostra moto, scherza.

Articoli che potrebbero interessarti