Tu sei qui

SBK, Melandri: la gara più bella, peccato per com'è finita

A Jerez il ravennate tradito dalla moto a 4 giri dal termine:"Daremo tutto per rifarci con gli interessi domani”, Davies: "Oggi non potevo fare di più"

SBK: Melandri: la gara più bella, peccato per com'è finita

Un sabato beffardo quello di Marco Melandri sul tracciato di Jerez. Il ravennate ha visto sfumare una probabile vittoria  quando era al comando di Gara 1 e mancavano 4 giri al termine. Un botta e risposta con Jonathan Rea a suon di giri veloci e poi la Panigale che si ammutolisce, lasciando "Macio" inerme nel vedere sfilare il rivale sulla Kawasaki verso la vittoria. 

Quella vittoria che manca da Gara 2 di Misano e che avrebbe contribuito a dare più consistenza alla sua stagione del ritorno tra le derivate di serie: “Oggi probabilmente abbiamo corso la nostra gara più bella, mi sentivo a mio agio come non mai "le sue parole a fine gara. "Con una pista meno sconnessa, non abbiamo patito problemi di stabilità in accelerazione, potendo così utilizzare un setup focalizzato sulla velocità in curva."
A quindi aggiunto: "Ero in grado di spingere al limite senza però oltrepassarlo. Non so dire se avremmo vinto o meno perché non era finita, ma indubbiamente eravamo pronti a giocarcela fino all’ultimo. È un peccato aver perso un’occasione simile ma daremo tutto per rifarci con gli interessi domani”.

Nel complesso Gara 1 ha regalato sapori agrodolci per la squadra Ducati. Se da un lato c'è stata la beffa Melandri, dall'altro , sul fronte Davies, è arrivato un secondo posto che lo avvicina ancora di più a Tom Sykes per la conquista della seconda piazza in campionato. Un risultato forse insperato anche per la caduta patita in FP2 che ha tolto tempo prezioso per la messa a punto della moto con il nuovo asfalto: "Oggi abbiamo corso davvero una bella gara, soprattutto considerando il fatto che abbiamo perso quasi tutta la FP2 ieri" la parole del gallese.
"È stato difficile, perché con la recente riasfaltatura c’erano tanti dati da raccogliere e, con un’ora in meno di tempo in pista rispetto agli avversari, mi sono stati necessari alcuni giri per adattarmi. Quindi, al netto delle difficoltà, sono felice di aver recuperato qualche punto a Sykes dopo aver giocato a lungo al gatto col topo insieme a lui. Tutto sommato, non penso che avremmo potuto chiedere di più oggi." In ultimo un pensiero per la gara di Melandri: "Mi dispiace per lui, è stato davvero sfortunato."

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti