Tu sei qui

MotoGP, Miller: punto al team Ducati ufficiale nel 2019

"Ho rischiato ma tutta la mia carriera è stata così". Jack rientra dopo la frattura alla tibia: "Valentino mi ha scitto di farcela prima di lui"

MotoGP: Miller: punto al team Ducati ufficiale nel 2019

Jack Miller ha già battuto Valentino Rossi a Phillip Island tornando in pista un giorno prima del Dottore, dopo un infortunio simile. “Mi aveva mandato un messaggio dicendo che avrei dovuto farcela prima di lui e mi ha motivato” ha detto l’australiano che è arrivato nel GP di casa con 8 chiodi nella tibia della gamba destra.

La frattura tre settimane fa, quando si stava allenando con la moto da trial insieme a Vinales: è bastato mettere un piede in fallo per il patatrac.

Jack è comunque riuscito a recuperare al meglio e già mercoledì si aggirava nel paddock senza stampelle, pur se zoppicando. Per lui sarà l’ultimo GP di Australia in sella alla Honda, dal prossimo anno salirà sulla Ducati del team Pramac.

Penso che la Desmosedici sia un passo in avanti per il mio stile di guida, perché permette di frenare forte e accelerare presto. Avrei potuto guadagnare di più andando in un altro team, ma non ho mai voluto fare una cosa solo per soldi ma trovare la migliore situazione per esprimere il mio potenziale e vincere il titolo” ha spiegato la sua scelta.

E poi, Jack è uno a cui piace rischiare.

Questo è un altro rischio, ma lo è stata la mia intera carriera - ha detto - Ho lasciato l’Australia per andare in Europa a 14 anni. Qual è ora il mio obiettivo? Ho una lunga strada da fare ma voglio entrare a far parte del team ufficiale Ducati nel 2019”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti