Tu sei qui

MotoGP, FP3: Marquez primo sul bagnato, 8° Dovizioso

Lo spagnolo con caduta relega a mezzo secondo Zarco e Pol Espargarò. A più di un secondo l'azzurro, a terra Lorenzo 11° davanti a Rossi (entrambi in Q2) e Vinales

MotoGP: FP3: Marquez primo sul bagnato, 8° Dovizioso

Una cosa è certa, le FP3 della MotoGP non sono state prive di colpi di scena. La sessione infatti è iniziata con una leggera pioggia sul tracciato, che minuto dopo minuto ha però aumentato la sua intensità finendo per rendere il turno bagnato senza mezzi termini. Non è però finita qui, dato che negli ultimi minuti il sole è tornato timidamente a farsi vedere, asciugando la pista in alcuni punti e consentendo ad alcuni di migliorare il proprio crono in maniera sostanziale; riassumendo, tante condizioni diverse da cui trarre le giuste indicazioni, e più di un big (Rossi e Lorenzo in primis) costretti alla Q2.

Tutto questo però non è importato a Marc Marquez, che nonostante una caduta conquista la vetta fermando il cronometro sull’1’38”522, facendo capire che anche sul bagnato resta l’uomo da battere. Alle sue spalle Johann Zarco, primo a cadere sul tracciato bagnato ma capace di risalire la classifica nel finale al pari di Pol Espargarò, che conferma la velocità della Ktm in condizioni di bagnato più o meno accentuate.

Quarta piazza nel finale per Abraham seguito da Petrucci, che dovrà affrontare la Q2 e Pedrosa, capace di migliorare con il miglioramento delle condizioni, mentre Crutchlow precede Andrea Dovizioso: il pilota Ducati incassa sul bagnato più di un secondo da Marquez, segno del fatto che in questa condizione vi sia ancora da lavorare. Ancora peggio è andata a Jorge Lorenzo, 11° (e costretto alla Q2 dal turno bagnato) ma soprattutto finito a terra ad alta velocità alla curva otto: per lui nulla di rotto, ma contusioni alla  caviglia sinistra, alla spalla destra ed al mignolo della mano destra.

Alle spalle del 99 trovano spazio le Yamaha, che con l’arrivo della pioggia hanno dovuto fare i conti con i soliti problemi. Valentino Rossi (12°) è sembrato veloce nella parte centrale del turno salvo poi retrocedere e doversi preparare alla Q2, mentre Maverck Vinales, nonostante i 24 giri compiuti contro i 13 del dottore, non è mai riuscito a trovare lo spunto per risalire la china. Turno da dimenticare per Andrea Iannone, scivolato presto ed autore del 22° e penultimo tempo davanti ad Aleix Espargarò. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti