Tu sei qui

MotoGP, Vinales: oggi era impossibile chiedere di più

"Stamattina ho faticato, pensavo sarebbe andata anche peggio. A Philip molti fattori saranno diversi. Il titolo? Difficile dire se ci sia ancora la possibilità"

MotoGP: Vinales: oggi era impossibile chiedere di più

Nel diluvio di Motegi alcuni hanno brillato, altri sono naufragati. In quest’ultimo campo rientra Maverick Vinales, che in Giappone ha raccolto un nono posto che elimina quasi definitivamente le sue velleità di titolo mondiale. “Mi aspettavo che le cose andassero leggermente peggio – apre Maverick – dato che questa mattina ho combattuto per rimanere tra i primi quindici. In gara ho cercato di spingere sin dall’inizio, rischiando soltanto il necessario e facendo del mio meglio. Abbiamo raccolto il massimo, e dobbiamo guardare avanti”.

Ovvero all’Australia, dove per prima cosa lo spagnolo spera di vedere il sole, elemento fondamentale per far sì che il numero 25 possa tornare nelle posizioni che contano e che gli competono.

“Sicuramente avremo a che fare con circostanze diverse. Avremo una moto e degli pneumatici diversi. Non possiamo fare grandi previsioni su cosa ci aspetta, so solo che Philip Island è una pista che mi piace molto e dove mi diverto a guidare, quindi non vedo l’ora di poter tornare a guidare”.

Per quanto riguarda il campionati, Maverick evita di fare drammi, pur essendo consapevole della propria difficile situazione.

“Fino a quando i punti sono ancora disponibili è impossibile dire con certezza se ci siano o meno delle possibilità di titolo”.  

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy