Tu sei qui

Moto3, Doppietta italiana a Motegi: pole di Bulega, 2° Antonelli

Nicolò centra la prima pole stagionale, 3° Canet. Sette italiani nei primi 10, Mir solo 14° e partirà 20° per la penalizzazione di Aragon

Moto3: Doppietta italiana a Motegi: pole di Bulega, 2° Antonelli

Non è stata probabilmente la stagione che Nicolò Bulega si aspettava, almeno finora, ma Motegi potrebbe essere il posto giusto per tornare a sorridere. L’alfiere del team Sky infatti ha mostrato sin da subito di trovarsi bene sull’asfalto giapponese, sino a conquistare la pole. 2’09”320 il tempo che gli è valso la prima affermazione di stagione, la seconda in carriera, fatto segnare sul finale di un turno caratterizzato dall’assenza di perturbazioni ma comunque su pista bagnata. “Il weekend è andato bene sin dall’inizio – spiega Bulega – e sono contento di aver regalato un sorriso al team in questa stagione travagliata. Sul finale ho rischiato di cadere, ma per fortuna non sono caduto e sono riuscito a migliorare ulteriormente. Domani spero nella pioggia, visto che finora mi sono trovato a mio agio”.

Al suo fianco scatterà un altro redivivo italiano, ovvero Niccolò Antonelli, che sul finale ha piazzata davvero una zampata importante conquistando la prima fila: “Stiamo migliorando, ed anche se i risultati non ci hanno premiato siamo sempre stati vicini ai primi. Questa prima fila è molto importante; abbiamo fatto un quarto dell’opera, e per domani sono fiducioso”.  Per svariati minuti il sogno di una prima fila tutta tricolore è sembrato possibile, ma a interrompere il tutto è stato Aron Canet, terzo a meno di quattro decimi dalla vetta.

Nonostante ciò per gli azzurri è una qualifica trionfale, con ben sette italiani nelle prime dieci posizioni: in quarta piazza troviamo Marco Bezzecchi, sempre velocissimo con la sua Mahindra sul fondo bagnato, seguito da Enea Bastianini e Romano Fenati. Per l’ascolano la gara di domani può essere l’occasione per recuperare qualche punto su Mir impedendogli di festeggiare il titolo già a Motegi, dato che lo spagnolo partirà 20° in seguito alla penalità di sei posizioni inflittagli dopo il comportamento scorretto di Aragon.

Tornando alla classifica, la terza fila è composta da Jorge Martin, Gabriel Rodrigo e Manuel Pagliani, mentre Andrea Migno chiude la top ten; da elogiare il lavoro del 16, che è potuto entrare in pista soltanto a venti minuti dal termine della sessione, dovendo scontare (al pari di Dalla Porta che partirà 27°) una penalità per i fatti accaduti nelle qualifiche di Aragon. Restando sugli italiani, in difficoltà Fabio Di Giannantonio che scatterà dalla 16esima casella, mentre Tony Arbolino dalla 30esima e penultima.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy