Tu sei qui

MotoGP, Espargarò: "Che peccato, oggi potevo essere primo"

Un errore nega la vetta al portacolori Aprilia in FP2: "Adesso riesco a essere veloce fin da subito sul bagnato, con l'asciutto punto al podio"

MotoGP: Espargarò: "Che peccato, oggi potevo essere primo"

Share


Jorge Lorenzo assaporava già la terza piazza in occasione della FP2 a Motegi, ma non aveva ancora fatto i conti con Aleix Espargarò. All’ultimo tentativo disponibile, l’alfiere Aprilia ha sorpreso il maiorchino, soffiandogli la posizione e portando la RS-GP alle spalle della Honda di Marc Marquez. E pensare che un errore ha condizionato la prestazione del numero 41, se no la leadership di Dovizioso sarebbe stata seriamente in discussione.

"Sono molto contento per la prestazione odierna – ha detto Aleix - ogni volta che troviamo buone condizioni di grip, anche sul bagnato, riusciamo ad essere veloci fin da subito. Quando invece è minore, come ad  Assen sotto la pioggia o Barcellona, capita di soffrire, più o meno come accaduto alle Yamaha”.

Il terzo posto davanti alla GP17 è di quelli che sorprende Aleix.

Nel finale ho deciso di utilizzare la gomma nuova – ha ricordato – purtroppo ho commesso un grande errore, che mi ha negato la prima posizione. Peccato”.

E pensare che per Espargarò il bagnato non è certo il suo terreno prediletto.  

 “La pioggia non è mai stata una delle mie condizioni preferite – ha sottolineato - sull’asciutto ho infatti più fiducia e sto puntando ad arrivare al podio. La nostra moto è in crescita – ha concluso – stiamo già lavorando per il prossimo anno dove l’obiettivo sarà quello di rimanere nelle prime sei posizioni”.  

Articoli che potrebbero interessarti