Tu sei qui

Honda: le prime immagini della nuova Gold Wing

ANTEPRIMA- La maxi tourer di Tokyo si rinnova dopo 16 anni: Cornering ABS, DCT ed inedita forcella a parallelogramma e mono centrale  

News Prodotto: Honda: le prime immagini della nuova Gold Wing

L'inossidabile Gold Wing è da sempre il punto di riferimento nell'immaginario dei tanti motociclisti che amano percorrere il mondo in lungo ed in largo. Comoda, non le manca nulla per sentirsi alla guida come in poltrona. Nasce nel 1975 con cilindrata da 999 cc e si è da sempre contraddistinta per il suo monumentale motore boxer (nato a 4 cilindri) che, nell'ultima versione a 6 cilindri, arriva a quota 1.832 cc ed a 118 CV dichiarati. E' forse il mezzo che più di altri ha indirizzato verso un nuovo modo di viaggiare su due ruote e che dall'ultima rivisitazione del 2001 è stata oggetto negli anni di naturali affinamenti.
Per il prossimo anno dalle parti di Tokyo hanno deciso di rivedere in ogni sua parte la loro lussuosa tourer, con diversi aggiornamenti a carrozzeria, ciclistica ed il motore adeguato alle nuove noermative.

PARALLELOGRAMMA - Alcune foto sfuggite in rete mostrano la  Honda Gold Wing bella e pronta per essere presentata ufficialmente il 24 ottobre per poi far bella mostra di sè sulle passerelle di EICMA a novembre. Le linee della carrozzeria riviste, richiamano molto il design della attuale versione, seppure più taglienti e decise. L'insieme appare moderno, ma allo stesso tempo di gran classe. La novità che balza però subito agli occhi è sulla ciclistica, con una forcella dotata di sistema a parallelogramma con bracci oscillanti e monoammortizzatore centrale: una soluzione che dovrebbe offrire notevoli vantaggi in fatto di stabilità in curva ed in frenata. Questo sistema infatti determina una costante (o addirittura un lieve aumento) avancorsa quando l'avantreno affonda (invece di diminuire come con lo schema tradizionale), condizione questa che consente di avere una moto più stabile e più sicura nelle condizioni suddette.

Sempre sul fronte tecnico, non mancherà il DCT (ma è prevista una versione con cambio tradizionale), l'ABS di tipo cornering per maggiore sicurezza quando si frena in curva ed ovviamente varie mappe di gestione delle curve di coppia e potenza. Per finire troviamo fari che saranno full led. In ultimo segnaliamo l'avveniristica, quanto completa, strumentazione con due elementi circolari inframezzati da un grande pannello LCD. Medesima soluzione che ritroviamo anche ai lati del cruscotto. 
Ancora poco si sa sui dati di potenza e coppia del motore boxer 6 cilindri, così come nulla trapela sul prezzo.
 

Articoli che potrebbero interessarti