Tu sei qui

MotoGP, Test Portimao: Davies mette nel mirino la Kawasaki di Rea

I TEMPI ALLE 14:30 LOCALI - L'alfiere Aruba sale in seconda posizione, ma il gap sfiora il mezzo secondo, 5° Melandri, 11° Giugliano

MotoGP: Test Portimao: Davies mette nel mirino la Kawasaki di Rea

La musica rimane sempre la stessa a Portimao. Sulla pista che vede impegnate le derivate nell’ultimo test ufficiale della stagione, Johnny Rea e la Kawasaki proseguono il loro dominio. Il nordirlandese ha migliorato di un decimo la prestazione del mattino, con gomme Pirelli in versione 2018, quando al termine della sessione mancano soltanto due ore e mezza.

Per l’alfiere Kawasaki il cronometro dice 1’42”708 dopo le 30 tornate realizzate. Lo segue Chaz Davies (+0.446), che è riuscito a guadagnare una posizione ai danni dell’Aprilia di Eugene Laverty (+0.549). Nonostante il passo avanti, sale però il gap dal gallese a quasi mezzo secondo. Al momento l’alfiere Ducati è impegnato a lavorare sull’elettronica della Panigale, così come i nuovi pneumatici  messi a disposizione dalla Casa tricolore.

Discorso analogo per Marco Melandri (+0.642), attualmente quinto in classifica alle spalle di van der Mark con soli 22 millesimi di ritardo. È sempre il ravennate il più veloce della pattuglia tricolore, dal momento che Lorenzo Savadori non riesce ad andare oltre il settimo posto, distante 79 millesimi dalla R1 di Lowes.

Per quanto riguarda gli altri italiani, da registrare il passo avanti di Riccardo Russo che sopravanza in nona posizione Razgatlioglu. Nessuno è rimasto in pista così a lungo come il pilota campano, autore di ben 76 tornate.  Rimane invece undicesimo Davide Giugliano. Il suo gap dalla vetta non si smuove infatti dai tre secondi. Si aspettando segnali di riscossa negli ultimi 150 minuti a disposizione.

  

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy