Tu sei qui

MotoGP, Pirro: l'unico rammarico? Corro poco

Gran quinto posto per Michele, sicuro del suo valore: "qualche gara in più? Bisogna chiederlo a Dall'Igna; la continuità mi consentirebbe di lottare per posizioni importanti"

MotoGP: Pirro: l'unico rammarico? Corro poco

Lo aveva dichiarato ieri, e non sbagliava: Michele Pirro sapeva che a Misano sarebbe stato veloce e consistente, in lotta per le posizioni importanti e, ad alla fine, lo ha pienamente dimostrato, portando la Ducati Desmosedici in una quinta e bellissima posizione finale.

Per il poliziotto-collaudatore di Borgo Panigale quello di oggi è un risultato arrivato dopo tanto lavoro dietro alle quinte e che dimostra come il pugliese possa meritare un posto fisso nel Motomondiale: “è stata una bellissima corsa, peccato solo essere partito così indietro -spiega il numero 51- perché dalle retrovie si vedeva davvero poco, con tutta quell’acqua alzata dalle altre moto. Dall’ottavo passaggio in poi, giravo come i primi, Marquez e Petrucci esclusi. Se non avessi perso tempo battagliano con Miller, avrei potuto anche attaccare Vinales”.

Oggi a Misano le Ducati erano davvero in forma…

Sì, siamo fortissimi! Lorenzo è caduto mentre era in testa, ma andava forte, nonostante lui mi abbia detto che non stava spingendo; ma quella curva era insidiosa, lo abbiamo visto pure in Moto3 ed in Moto2. Dovizioso è finito sul podio ed è tuttora in testa al Mondiale, anche se Marquez ha dimostrato di essere ancora l’uomo da battere”.

Pirro è molto contento e soddisfatto del risultato ottenuto dalla sua squadra, ma per sè stesso vorrebbe di più: “il mio unico rammarico -precisa- è che corro un Gran Premio della MotoGP ogni tre o quattro mesi. Non facendo le gare, non posso prendermi i rischi del caso, perché devo sfruttare al massimo ogni occasione che mi si presenti”.

La prossima per te sarà solo quella di Valencia a fine stagione…

“Appunto, e mi dispiace; io penso che con una sorta di continuità potrei lottare per le posizioni importanti, oggi ho finito al quinto posto, al Mugello ho fatto la gara con Lorenzo; insomma, ho dimostrato che la velocità ci sia, nonostante non girassi sul bagnato da un anno e mezzo, e senza prendermi grossi rischi”

Perché non farai qualche wild card in più da qui a Valencia?

“Bisogna chiederlo a Gigi Dall’Igna”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti