Tu sei qui

MotoGP, Iannone: sto ritrovando la competitività che voglio

Il pilota di Vasto non risparmia una frecciatina a Michelin: "Ci sono troppe gomme e si perde tanto tempo, ne basterebbero due"

MotoGP: Iannone: sto ritrovando la competitività che voglio

Andrea Iannone guarda il bicchiere mezzo pieno al termine del Gran Premio d’Austria. L’undicesimo posto non rispecchierà sicuramente le sue ambizioni, ma ci sono stati passi avanti importanti rispetto alle ultime uscite. È proprio da questo fine settimana che il pilota di Vasto vuole ripartire.

“Innanzitutto devo dire che il gap si è ridotto – ha esordito –infatti siamo stati vicini alla competitività che desideriamo. Purtroppo fatichiamo ancora in gara a causa del calo della gomma – ha ammesso - però stiamo lavorando per essere più veloci”.

Iannone cerca quindi di essere positivo

Ovviamente la squadra sta reagendo, è straziante a volte tornare al box e vedere i meccanici che piangono, dato che ci mettono tanto impegno. Serve avere pazienza – ha sottolineato - però abbiamo capito molto, infatti sono soddisfatto per diversi aspetti”.

Quali? A spiegarli è lui stesso.

“Qua ho sofferto molto dal punto di vista dell’elettronica e il calo della gomma –ha svelato - inizialmente avevo un buon passo,  poi ho faticato. Dobbiamo mantenere una maggiore costanza, anche se devo dire che sono riuscito a migliorare la staccata. Quest’ultimo aspetto è fondamentale”.

Infine non manca una frecciatina nei confronti di Michelin

Purtroppo ci sono troppe gomme, di conseguenza si perde troppo tempo nei turni. A mio parere bastano due gomme, però la situazione è la stessa per tutti”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti