Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: Non ho l'obbligo di vincere in Austria

Jorge risponde poi a Rossi: "Non devo salvare nessuna stagione, ma solo crescere, purtroppo oggi ho sofferto troppo in frenata"

MotoGP: Lorenzo: Non ho l'obbligo di vincere in Austria

Chi si aspettava di vedere due Ducati davanti a tutti, si è dovuto presto ricredere. In questa prima giornata, Jorge Lorenzo ha cercato di prendere le misure con la sua GP17, archiviando il venerdì col quinto crono alle spalle della Yamaha di Zarco. Il suo gap da Dovizioso supera però il mezzo secondo (+0.570).

“Non è stata una giornata spettacolare, però non è andata nemmeno male – ha esordito il maiorchino -  sono infatti quinto, a quasi sei decimi da Dovi. Ci sono tanti piloti veloci questa volta – ha aggiunto - Marquez ad esempio ha un gran ritmo, mentre Vinales ha compiuto un passo importante. Inoltre le condizioni non erano quelle ideali per avere giusta spingere, dove  trovare migliore confidenza in curva”.

D’altronde l’aveva detto ieri, la teoria è ben diversa dalla pratica.

Se dovessimo confrontare questa giornata con i test 2016 ci sono molte differenze. Se non sbaglio Marquez non ha nemmeno utilizzato gomma nuova, inoltre anche Zarco si è rivelato veloce. Purtroppo non mi sento ancora perfetto”.

Lorenzo cita in più occasioni Marquez, che al momento è tra i favoriti per la vittoria e il titolo. Un successo del 93 in Austria potrebbe avere un peso determinante per la lotta iridata.

La MotoGP non è più quella di qualche anno fa – ha ricordato Jorge - ci sono tanti piloti che lottano, ma è anche vero che se Marc dovesse mettere in cassaforte più punti, avrebbe una grande possibilità per il titolo. Di sicuro in questo sport può capitare tutto”

Lorenzo sa bene dove soffre.

“Purtroppo mi manca fiducia e stabilità in frenata – ha svelato - infatti non riesco a staccare tardi come vorrei. In certi momenti credo di essere troppo aggressivo”.

L’alfiere Ducati risponde anche a Rossi. Ieri, il Dottore, ha detto che una vittoria di Lorenzo in Austria gli consentirebbe di salvare la stagione del debutto con la Ducati.

“Non devo salvare nessuna stagione – ha avvisato Lorenzo - l’unica cosa che devo fare è cercare di migliorare e crescere. Il resto poi verrà di conseguenza. Di sicuro la vittoria non deve arrivare per forza qua”.

L’ultima battuta riguarda i passi avanti compiuti da inizio stagione ad oggi.

“Penso di essere migliorato per quanto riguarda l’uso del freno posteriore, ma anche la carena, così come alcune novità di assetto”.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti