Tu sei qui

SBK, LIVE 8 Ore Suzuka: terzo trionfo consecutivo per Yamaha

In seconda posizione la Kawasaki di Haslam, Watanabe e Kamaruzaman, 3^ Honda FCC TSR poi HARC-PRO con Jack Miller

SBK: LIVE 8 Ore Suzuka: terzo trionfo consecutivo per Yamaha

Share


Una marcia trionfale quella di Alex Lowes, che ha portato al trionfo la Yamaha Factory alla 8 Ore di Suzuka. Ci ha pensato il britannico a svolgere l'ultimo stint di gara dopo van der Mark e Nakasuga. Per la Casa dei Tre Diapason si tratta del terzo successo consecutivo all'ottovolante e di più non si poteva certo desiderare. Secondo, come lo scorso anno, Leon Haslam, che nel finale ha approfittato di un problema a FCC TSR per sopravanzarla. Resta invece giù dal podio la Honda HARC-PRO con Jack Miller, mentre quinta YART.

AGGIORNAMENTO ORE 11:00

Ultimi 60 minuti di gara per la 40^ edizione della 8 Ore di Suzuka. Al comando c’è sempre Nakasuga, pronto ad effettuare l’ultimo cambio pilota. Il giapponese ha quasi un giro di vantaggio nei confronti della Honda FCC TSR di Aegerter, poi terza la Kawasaki del Team Green di Leon Haslam.

In quarta posizione la Honda HARC-PRO, che ha già effettuato l’ultimo stint, lasciando spazio a Jack Miller. Sfortunato Nakagami, che prima di rientrare ai box ha rimediato una foratura al posteriore. Ferma anche Yamaha YART con Marvin Fritz, che ha accusato lo stesso problema della Slovacchia, quando occupava la quinta piazza.

In ottica Mondiale GMT94 intravede il titolo iridato. Lo squadrone formato da Canepa, Di Meglio e Checa occupano l’undicesima posizione, diciottesima Suzuki SERT.    

AGGIORNAMENTO ORE 9:00

Tutto invariato nelle prime posizioni, dove Nakasuga è tornato in sella alla Yamaha, prendendo il posto di van der Mark. Il giapponese ha un vantaggi di 1’50” nei confronti della Kawasaki di Leon Haslam, primo degli inseguitori. Appena dietro, a soli 5 secondi, la Honda FCC TSR di Dominique Aegerter.

Quarta invece la Firebalde del team HARC-PRO. Pesa infatti come un macigno la caduta di Nakagami nel corso del terzo stint, che ha mandato in fumo le speranze di vittoria della squadra quando occupava la seconda piazza. La SP2 è seguita dalla Yamaha YART.

In ottica Mondiale, GMT94 è decima con Niccolò Canepa e virtualmente Campione del Mondo. Soltanto 23^ Suzuki SERT, che ha dovuto fare i conti con la caduta del giovane Hamahara nel precedendo stint.    

AGGIORNAMENTO ORE 7:12

COLPO DI SCENA: TAKAAKI NAKAGAMI CADE E DEVE RIENTRARE AI BOX. Un duro colpo da incassare per la Honda del team HARC-PRO, protagonista di una gara sempre a ridosso della vetta. Dopo 1'50" fermo per ricevere assistenza, il giapponese rientra in pista ma è quarto con oltre un giro dalla leadership. Yamaha ha quindi strada libera per scappare con Michael van der Mark seguita a 1'30" da FCC TSR. Terza diventa quindi la Kawasaki di Leon Haslam.  

AGGIORNAMENTO ORE 7:00

Sono trascorse due ore e mezza dal via della gara e davanti a tutti c’è la R1 di Michael van der Mark, subentrato al compagno a Lowes, autore del miglior crono in gara di sempre a Suzuka in 2'07"402. L’olandese ha un vantaggio di circa due secondi nei confronti di Takaaki Nakagami, che ha preso il posto di Jack Miller. Un testa a testa entusiasmante in questa 40^ edizione della 8 Ore all'ottovolante tra la Yamaha Factory e la Honda HARC-PRO.

Alle spalle della coppia di testa, con oltre un minuto di distacco, la SP2 FCC TSR con Dominique Aegerter, che può fare affidamento su sette secondi di vantaggio nei confronti della Kawasaki di Leon Haslam. Più staccata la Suzuki di Kagayama, seguita da Yamaha YART in sesta piazza.

In ottica Mondiale colpo di scena per Suzuki SERT, a terra col giovane Hamahara. Il  giapponese è costretto a rientrare ai box con la GSX-R1000 per ricevere assistenza, in seguito riparte dopo alcuni minuti. Nessun inconveniente invece per GMT94, 12^ col nostro Niccolò Canepa e virtualmente Campione del Mondo a 5 ore e mezza dalla conclusione.   

AGGIORNAMENTO ORE 6:00

È la sua prima esperienza alla 8 Ore, ma non si fa certo intimorire. È partito col coltello tra i denti Jack Miller, subentrato nel corso del primo stint a Takahashi. Nonostante all’uscita dei box l’australiano si trovasse alle spalle di Lowes, una volta rientrata la safety car il pilota Honda è partito all’attacco, infilando il britannico e prendendosi la vetta.

Il portacolori HARC-PRO ha tentato di scappare, ma al 35° giro ha dovuto fare i conti con la Yamaha di Lowes che si è ripresa la leadership. In terza posizione FCC TSR Honda, poi Kawasaki. In pista c’è anche Sylvain Guintoli con la Suzuki, è 56° dopo il rovinoso avvio di Tsuda. Per quanto riguarda invece la lotta per il Mondiale, David Checa e GMT94 occupano la tredicesima posizione, soffre invece SERT, soltanto 31^ con Masson.

AGGIORNAMENTO ORE 5:45

Primo stint. Si fermano Canepa, Nakasuga e Takahashi, spazio a Checa, Lowes e Jack Miller. In pista la safety car, che condiziona non poco HARC-PRO, dal momento che all'uscita dai box l’australiano è alle spalle della Yamaha. Davanti a tutti Haslam e la Kawasaki, seguito da FCC TSR, ma entrambi devono ancora effettuare la sosta.  Sedicesimo David Checa, in questo momento GMT94 è Campione del Mondo. Sfortunatissimo De Rosa che si arrende e torna ai box    

AGGIORNAMENTO ORE 5:15

Honda vs Yamaha. È un testa a testa emozionante quello tra Takahashi e Nakasuga in questa 40^ edizione della 8 Ore di Suzuka. L’alfiere HARC-PRO ha preso in mano la vetta nel corso del primo giro, ma allo scoccare del 35’ di gara ha dovuto incassare il sorpasso del connazionale. Il pilota della Fireblade non ha voluto però gettare la spugna, riprendendosi la vetta grazie a un sorpasso magistale.

Tra i due giapponesi ci sono due soli decimi di distacco, ma bisogna fare i conti con i doppiaggi e l’insidia meteo. La pioggia a tratti non concede infatti tregua. In terza posizione la Kawasaki di Leon Haslam, che accusa oltre dieci secondi dalla coppia di testa , seguita in quarta piazza da un super Kiyonari con la Honda di Moriwaki. Fatica invece FCC TSR, sesta con oltre 45 secondi di distacco.

Nel frattempo è rientrato in pista Raffaele De Rosa dopo la caduta, mente transita in 17^ posizione Niccolò Canepa, 22^ Phillipe con SERT.   

AGGIORNAMENTO ORE 5:00

Sono trascorsi soli 30 minuti dal via e non sono mancati i colpi di scena. Dopo nemmeno tre tornate è finita a terra la Suzuki di Tsuda. Un duro colpo per il team Yoshimura che scattava col secondo crono. Stessa sorte per il nostro Raffaele De Rosa, caduto in seguito ad un contatto quando era in lotta per la top ten. In testa alla corsa c'è la Honda di Takahashi, braccata a soli tre decimi dalla Yamaha di Nakasuga, autore del miglior tempo nella TOP 10 Trial, poi terzo un super Leon Haslam, autore del miglior scatto alla partenza. 

Per quanto riguarda la lotta per il Mondiale, Niccolò Canepa e GMT94 occupano la 14^ posizione, 22^ Suzuki SERT in difficoltà con Phillippe. Da registrare le difficili condizioni meteo, con pioggia a intermittenza che rende la pista insidiosa. 

 

A Suzuka si è alzato il sipario sulla 40^ edizione della Gara Endurance del Sol Levante. Dalla prima casella la Yamaha di Nakasuga, seguita dalla Suzuki di Yoshimura e la Kawasaki del Team Green. Poi le Honda FCC TSR e HARC-PRO. In tredicesima casella  la BMW di De Rosa, due posizioni più arretrata GMT94, 22^ Suzuki SERT. 

Articoli che potrebbero interessarti