Tu sei qui

SBK, 8 Ore Suzuka: Yamaha imprendibile nelle qualifiche, 2^ Suzuki

Oltre quattro decimi incassa Yoshimura dalla R1, col terzo crono la Honda di Miller seguita dalla Kawasaki di Haslam, 15° Canepa

SBK: 8 Ore Suzuka: Yamaha imprendibile nelle qualifiche, 2^ Suzuki

Share


Questa Yamaha non ha la minima intenzione di farsi sfuggire il terzo sigillo consecutivo alla 8 Ore di Suzuka. Anche nelle qualifiche, la Casa dei Tre Diapason fa la voce grossa con Nakasuga, Lowes e van der Mark, siglando il riferimento in 2’07”116. Una prestazione incoraggiante in vista della Top Ten Trial di domani, che assegnerà la pole per la gara di domenica. Oltre al giro secco, non passa inosservato nemmeno il ritmo gara mostrato durante le prove libere.  

Alle spalle della R1 ecco la Suzuki di Yoshimura con Sylvain Guintoli, Brookes e Tsuda, quest’ultimo il più veloce del gruppo. Il tempo è di 2’07”523, poi 15 millesimi più staccata la Honda HARC-PRO. C’è dell’amaro in bocca da parte di Takahashi, dal momento che la direzione gara ha deciso di cancellare il suo tempo di 2’06” e questo ha pesato non poco per il giapponese. I suo crono sono comunque in linea con quelli realizzati da Jack Miller, in grande spolvero con la Fireblade SP2 e da Nakagami

Nelle prime posizioni c’è anche spazio per la Kawasaki di Leon Haslam, seconda nella passata edizione. Il portacolori del Team Green archivia le qualifiche in quarta piazza insieme a Watanabe e Kamaruzaman con il riscontro di 2’07”867.

A meno di un decimo dalla ZX-10RR, ecco la Honda del team FCC TSR con Josh Hook, chiamato a prendere il posto di Stefan Bradl, causa infezione all’orecchio. Tra le sorprese di questa giornata spicca il settimo crono realizzato da YART. Lo squadrone Yamaha, in pista con Nozane, Fritz e Parkes, non vuole deludere nell’atto finale del Mondiale Endurance, tenendo vive le speranze di arrivare al titolo, nonostante i 27 punti di distacco dalla vetta.

Nella top ten anche la Suzuki di Kagayama e la Honda di Moriwaki. Rimane invece fuori dalle prime dieci posizioni BMW Motorrad39, che vede in pista Raffaele De Rosa insieme a Sakai e Iddon. Per quanto riguarda la sfida Mondiale, GMT94 si conferma nuovamente davanti a SERT. Quindicesimo Canepa e compagni, sette posizioni più arretrata Suzuki con Philippe vittima di una caduta nel finale.  

   

Articoli che potrebbero interessarti