Tu sei qui

BMW: maxi richiamo in arrivo per la R 1200 GS

Il problema è nell'accoppiamento tra tappo e stelo forcella. Interessate le unità prodotte tra il 2013 e 2017: 20.000 le moto sul mercato italiano, 150.000 in tutto il mondo

Moto - News: BMW: maxi richiamo in arrivo per la R 1200 GS

Share


BMW si prepara al richiamo per la sua maxi enduro. Un richiamo importante che interessa i modelli prodotti dal 2013 al 2017 e venduti in tutto il mondo.
Dopo una fase iniziale nella quale era previsto un servizio di assistenza in officina in occasione delle normali operazioni di manutenzione, a Monaco hanno deciso di tagliare la testa al toro ed avviare il provvedimento volto a garantire maggiore sicurezza verso i clienti, con un occhio attento soprattutto verso chi propende per l'acquisto dell'usato, non avendo la certezza effettiva dell'utilizzo fatto con la moto dal precedente proprietario.

TAPPO FORCELLA - Il richiamo si è reso necessario dopo aver constatato che, in condizioni di utilizzo assolutamente gravoso e fuori dal target della GS, la tenuta del tappo dello stelo forcella potrebbe non essere sufficiente a garantire il perfetto accoppiamento tra le parti con il rischio di perdita di olio.
"Il controllo previsto comporta la verifica dell’accoppiamento tra tappo e stelo della forcella" - avverte in una nota BMW Motorrad Italia. "E’ stato infatti rilevato dai continui controlli sul prodotto, che a seguito di eventi traumatici e sovraccarichi eccezionali, l’accoppiamento potrebbe risultare, in sporadici casi, non più conforme allo stato di fabbricazione. Tali stati di sollecitazione straordinaria non possono manifestarsi nel normale utilizzo per cui la moto è stata progettata, ma sono esclusivi di situazioni critiche come, ad esempio, rilevanti urti all’avantreno a seguito di incidenti o impatti violenti. In questi casi è spesso riscontrabile anche un danneggiamento del cerchio anteriore, che influenza in modo significativo il comportamento dinamico della moto; tuttavia questa condizione non è sempre verificabile. Nelle situazioni più sfavorevoli l’avvenuto danno potrebbe non essere percepito, portando a seguito di ulteriori sollecitazioni eccezionali, a situazioni di guida potenzialmente rischiose." 

La nota in questione è quella inviata prima della decisione di avviare il richiamo, ma poco o nulla sposta dalla situazione riscontrata e dall'intervento successivo che prevede la sostituzione in officina del componente in esame. Le R 1200 GS interessate sono quelle prodotte e vendute dal 2013 al 2017, nelle varie versioni sia "Standard" che "Adventure" e le lettere ai clienti dovrebbero essere già state inviate (o al più tardi entro agosto). Solo in Italia sono circa 20.000 le moto coinvolte, circa 150.000 in tutto il mondo.
 

Articoli che potrebbero interessarti