Tu sei qui

Moto2, FP3: Morbidelli detta il passo al Sachsenring

Miglior tempo per il leader del Mondiale, che batte Schrotter e Nakagami. 4° Corsi, 8° Bagnaia, 9° Pasini 

Moto2: FP3: Morbidelli detta il passo al Sachsenring

Share


Il nuvoloso cielo tedesco non prometteva bene e le ultime prove libere della middle class sono state fondamentali per tutti i piloti, impegnati a sfruttare ogni minuto in pista sul nuovo ed asciutto asfalto del Sachsenring.

Franco Morbidelli ha continuato il suo lavoro di approccio al Gran Premio di domenica siglando il tempo di 1’24”130, che lo pone in testa alla classifica dei cronologici di mattinata; il pilota del team Marc VDS, anche in Germania, ha seguito l’efficace metodo della sua squadra: costanti miglioramenti in ogni turno, ricerca dell’assetto ideale e preparazione all’attacco per la pole position nel pomeriggio. A dimostrazione di quanto sia pronto ed efficace Franco, è suo il miglior passo gara registrato nelle prove.

Dopo il leader del Mondiale, ecco Marcel Schrotter, ottimo conoscitore della pista tedesca, che rappresenta il suo Gran Premio di casa; 402 millesimi il ritardo del tedesco da Morbidelli e 18 millesimi di vantaggio su Takaaki Nakagami, terzo nella lista dei tempi.

Il poliziotto Simone Corsi (anzi: Corsi Simone, come si usa dire nel Corpo della Polizia di Stato) ha finito il turno con il quarto tempo in sella ad una snella ed agile Speed Up, moto adatta nel “lento” e tortuoso toboga tedesco. Dopo il romano, quinto è il portoghese Oliveira con la KTM, autore di un paio di derapate al limite con la caduta, sesto è lo svizzero di lingua germanica Thomas Luthi (un altro che adora il Sachsenring) e settimo il catalano Alex Marquez, con un ritardo dal suo compagno di team di quasi otto decimi.

Gli azzurri Bagnaia e Pasini hanno finito la sessione nelle posizioni otto e nove, decimo crono per Dominique Aegerter con la Suter, quattordicesimo è l’altro tedesco Sandro Cortese del team Dynavolt.

Dopo il sudafricano Brad Binder, ancora un po' in affanno con la seconda KTM, Andrea Locatelli ha il ventunesimo tempo, Stefano Manzi il ventitreesimo; molto attardati Luca Marini e Federico Fuligni: i due piloti Forward sono tra gli ultimi tre nomi nella lista dei tempi.

 

Articoli che potrebbero interessarti