Tu sei qui

Un matrimonio di passione ed interesse: Harley-Davidson e Ducati

Secondo la Reuters la casa americana starebbe valutando l'acquisto per una cifra attorno ai 1,5 miliardi di euro

News Prodotto: Un matrimonio di passione ed interesse: Harley-Davidson e Ducati

Dove c’è fumo c’è fuoco. La notizia circola sul web da ieri ed è stata ripresa da una fonte autorevole quale è la Reuters: la Harley-Davidson avrebbe dato mandato alla Goldman Sachs di iniziare la transazione che porterebbe Harleysti e Ducatisti sotto lo stesso tetto.

Un matrimonio strano, ma non impossibile perché se è vero che la H-D ha fatto delle incursioni nel mondo dello sport, senza troppo fortuna a dir la verità, al contrario la casa di Borgo Panigale sta insidiando il mercato della casa americana con modelli di successo come la Diavel. Una cruiser come le Harley che però…si guida bene!

Del resto anche se rimane leader negli States di quel tipo di mercato, la Harley non dorme più fra due guanciali, attaccata come anche dalla Moto Guzzi, per esempio. Per non parlare dei soliti colossi, Honda e Polaris Industries, proprietaria dello storico marchio Indian.

Così Harley Davidson - 692 milioni di dollari di utili su 6 miliardi di fatturato nel 2016 - è in corsa per Ducati, in un'operazione che potrebbe valere fino a 1,5 miliardi di euro che metterebbe insieme due dei più famosi marchi di moto a livello mondiale.

Dopotutto non si tratterebbe del diavolo e dell’acqua santa. Entrambi i fanatici delle due marche sono motociclisti ‘puri e duri’, capaci di passare sopra alle magagne dei propri mezzi pur di vivere con un mito sotto il sedere. Perché questo sono Harley e Ducati.

Secondo alcune fonti però la H-D non è la sola casa interessata all’acquisto. Ci sarebbero anche i fondi di private equity KKR, Bain Capital e Permira, oltre al produttore indiano di motociclette Bajaj Auto.

Ma veramente Volkswagen, tramite Audi che la controlla, è intenzionato a vendere Ducati?

Fino a ieri da Bologna non commentavano, e ufficialmente la notizia non si commenta tuttora, ma l’indiscrezione circola negli uffici e nei corridoi e sembra un fatto accettato, anche se non ancora accertato.

Il potenziale prezzo di acquisto - 1,5 miliardi di Euro, come dicevamo - valuterebbe Ducati circa 15 volte gli utili operativi, 593 milioni di Euro, ma non è giudicato troppo alto. Per alcuni marchi del lusso, esempio la Ferrari, si vola a quota 30.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti