Tu sei qui

SBK, FP3: sessione mutilata dalla pioggia, Rea resta al comando

Pochi giri sia sull'asciutto che sul bagnato per tutti i piloti, con il nordirlandese davanti a Sykes e Savadori. 9° De Rosa davanti a Russo

SBK: FP3: sessione mutilata dalla pioggia, Rea resta al comando

Share


Il sole limpido che aveva battezzato il venerdì inglese della Superbike aveva illuso un po’ tutti sul clima di Donington, ma ecco che nella mattinata di Sabato la pioggia non si è fatta attendere. La prima sessione di giornata infatti, le FP3 della Superbike, sono iniziate in condizioni di asciutto ma dopo pochissimi minuti le prime gocce sono iniziate a scendere, diventando presto un acquazzone che ha reso la pista completamente bagnata.

Il risultato di tutto ciò è stata una sessione mutilata, dove tutti i piloti hanno percorso pochi giri sull’asciutto, per poi rientrare ai box, settare la propria moto per l’acqua e rientrare in pista per compiere pochi giri sul tracciato bagnato. Pochi giri che potrebbero però risultare importanti in vista delle qualifiche, in caso queste si svolgessero nelle medesime condizioni. Parlando dei risultati maturati, per quello che possono valere in una sessione così particolare, il migliore è stato Jonathan Rea con il crono di 1’28”506, ottenuto in uno dei soli cinque giri ottenuti, davanti a Tom Sykes (+0.592) e Lorenzo Savadori (+1.193) su Aprilia. Quest’ultima ha portato in Inghilterra una piccola novità tecnica, ovvero una leva tra la manopola sinistra e la leva del freno adibita ad una più facile ricerca della folle.

Tornando ai tempi, i distacchi sono molto ampi a causa dei pochi giri percorsi in entrambe le condizioni, quindi non deve sorprendere che Stefan Bradl (4°) sia quasi ad un secondo e mezzo da Rea, precedendo Leon Haslam, Chaz Davies e Randy Krummenacher. Nella top ten di questo particolare turno anche Raffaele De Rosa (9°) e Riccardo Russo (10°), mentre Badovini è 13°, Marco Melandri soltanto 17° ed Alex De Angelis 21° e penultimo.

Articoli che potrebbero interessarti