Tu sei qui

Yamaha Supersport Pro Tour: al centro dell'R-World

Abbiamo trascorso una giornata sul tracciato di Vallelunga per conoscere la formula dei Track Days dedicati alle sportive di Iwata

Moto - News: Yamaha Supersport Pro Tour: al centro dell'R-World

Share


Prendi una calda ed assolata domenica di metà maggio, un circuito divertente ed impegnativo come quello di Vallelunga, alle porta di Roma, e condiscilo con saette dal color Racing Blue. Ecco servita una perfetta giornata di sano motociclismo in pista.
E' quanto ci è capitato di assaporare (insieme a numerosi e felici partecipanti) nell'essere tra i presenti al Supersport Pro Tour 2017: evento Yamaha che si snoda attraverso l'Europa e che dà modo a tanti appassionati di mettersi alla prova in pista e farlo in sella alle moto della grintosa famiglia R-Series. Le SBK replica YZF-R1, YZF-R1M e l'ultima arrivata, rivista per il 2017, la media Supersport Yzf-R6, pronte in pit lane a regalare momenti di sano divertimento in pista. Ciliegina sulla torta era rappresentata dalla speciale versione YEC, ossia una R1 allestita con tutti i componenti Racing appositamente sviluppati dal reparto corse interno (Yamaha Engineering Corporation) e dedicati alle super sportive della Casa dei tre diapason. Tutte le moto infine, erano equipaggiate con gli pneumatici Dunlop GP Racer D212 intagliati.

GUIDE D'ECCEZIONE - Un parco moto di livello, ma non da meno erano le guide: lo staff della Riding School di Luca Perdersoli rappresentato da Alex Polita, Stefano Fugardi, Niccolò Canepa e Marco Borciani, era quello che "prendeva in consegna" I clienti Yamaha una volta espletate le formalità di iscrizione i turni in pista. Loro compito era di guidare alla scoperta del tracciato romano, sia che si fosse esperti del circuito che novizi alla prima esperienza tra i cordoli.

INIZIA LA GIOSTRA - Il primo turno per noi scatta alle ore 11.00. Dopo un breve briefing, dove ci vengono spiegate le moto e la modalità con le quali verranno svolte le varie sessioni, saliamo in sella ad una R6 (dopo toccherà ad R1M ed R1) e ci mettiamo in pit lane in attesa che il semaforo dia il verde. La nostra guida sarà Niccolò Canepa, recente vincitore della 24 Ore di Le Mans e passato protagonista in SBK e SS, nonchè tester collaudatore del Team Yamaha SBK. L'ordine tassativo è, come facile immaginare, quello di attenersi scrupolosamente alle regole: restare dietro l'apripista e possibilmente non superare, a meno che chi precede sia eccessivamente lento per il nostro ritmo. I gruppi sono quattro, e si esce scaglionati in modo da non interferire con chi precede o chi segue.
Il ritmo imposto consente a tutti di trovare il giusto feeling, con le moto e con il tracciato, con le varie sessioni che vengono snocciolate a tamburo battente, e con i piloti che si alternano alla guida di R6 ed R1 (ed R1M). L'atmosfera è rilassante, la gioia negli occhi degli appassionati è palese, tutto fila per noi nel migliore dei modi.

LE PROTAGONISTE - Ovviamente le stelle del Supersport Pro Tour 2017 sono le sportive di casa Yamaha. Abbiamo avuto la possibilità di saggiare le doti della nuova R6 (della quale vi raccontiamo tutto nel nostro Test), ma anche di R1 ed R1M. In realtà ci sarebbe toccato anche un test sulla R1 YEC, ma purtroppo, una precedente scivolata ha danneggiato, anche se in modo lieve, la splendida carenatura in fibra di carbonio, quindi abbiamo dovuto - a malincuore- rinunciare a quest'ultima prova.
Ma poco male per noi. Il divertimento è stato tanto, le sportive della R-Series si sono confermate autentiche purosangue tra i cordolo. Su una pista come Vallelunga, caratterizzata da una prima parte velocissima, e da una seconda parte (dalla Curva Campagnano in avanti) più guidata, si riesce a farsi un'idea precisa della ciclistica quanto del motore . La nostra moto preferita? Be', non ve lo diciamo... Quello che però possiamo dirvi è che la giornata ci ha regalato tanti bei momenti, nel pieno spirito di una passione comune. 
In soldoni la Supersport Pro Tour si è dimostrata una formula azzeccata, sia per organizzazione che per i vari elementi che fanno parte: moto, pneumatici, istruttori/apripista tutto si è dimostrato di elevato livello, un'esprienza che ci sentiamo di raccomandare a tutti coloro che vogliono godersi una giornata tra i cordoli, respirando moto e passione a pieni polmoni.

Prossima ed ultima tappa per l'Italia è fissata per il 20-21 maggio sul circuito di Franciacorta (BS).

(photocredits Costantino Di Domenico)

Abbigliamento utilizzato per la nostra giornata in pista con il Supersport Pro Tour 2017:

AGV CORSA - BLACK

TUTA LAGUNA SECA D1

GUANTI X-STRIKE

STIVALI R AXIAL PRO IN

WAVE 12 D1 AIR

 

Articoli che potrebbero interessarti