Tu sei qui

SBK, STK1000: Rinaldi domina e vince, 2° Tamburini

Il pilota Ducati senza rivali sul Santerno, precede il connazionale e Razgatlioglu. Quarto Sandi seguito da Faccani e Ferrari. Paura per l'incidente di Luca Marconi

SBK: STK1000: Rinaldi domina e vince, 2° Tamburini

Nella giornata delle bandiere rosse anche la Stock1000 non è da meno, dovendo ricorrere a ben due interruzioni e tre partenze. La prima bandiera rossa è stata causata dall’incidente al terzo giro tra Mike Jones e Luca Marconi, con il primo che al Tamburello non è riuscito a schivare il secondo caduto un attimo prima. Grande spavento per il pilota italiano, cosciente ma trasferito all’ospedale di Bologna. Il secondo stop invece è derivato dalle cadute sincronizzate di Nocco e Moser, con la conseguente presenza di ghiaia in pista.

Nella terza partenza tutto è filato liscio (anche se sono state tante le cadute) ed a trionfare è stato l’uomo apparso più in forma in tutto il weekend, ovvero Michael Rinaldi. L’alfiere Ducati ha dominato tutte e tre le partenze non lasciando mai la testa, mettendo a segno così la seconda vittoria in tre appuntamenti. Seconda piazza per Roberto Tamburini, abile nel prendere margine sul resto del gruppo, mentre Toprak Razgatlioglu completa il podio dopo una lunga battaglia con Federico Sandi, quarto al traguardo. Alle spalle dell’italiano su BMW ci sono i suoi due connazionali (nonché compagni di marca) Marco Faccani e Matteo Ferrari, che conclude ottimamente la sua wild card.

Settima piazza per Suchet, seguito da Jones, Schacht e Sanchioni che chiude la top ten. A punti anche Cecchini, 13° davanti a D’Annunzio, mentre gli altri italiani al traguardo sono Pusceddu (17°) e Calia (19°), con quest’ultimo che ha dovuto scontare un ride through per partenza anticipata. Tante le cadute come detto, che hanno coinvolto anche dei big della categoria come Florian Marino e Luca Vitali, scivolati nel corso dei primi due passaggi.

LA CRONACA 

Allo start parte bene Rinaldi che precede Tamburini e Vitali. Quarto Faccani davanti a Toprak e Sandi. Rinaldi comincia già a prendere qualche metro mentre Vitali passa secondo. 10° Marconi, 12° Manfredi davanti a Ferrari, Cecchini e Calia. Dopo il primo passaggio Rinaldi e Vitali sono distaccati tra loro ma in fuga sul resto del gruppo capitanato da Tamburini. Nel corso del secondo passaggio sbaglia Toprak che passa sesto dietro Sandi. Al terzo giro viene esposta la bandiera rossa in seguito al contatto tra Jones e Marconi al Tamburello. 

Allo spegnimento del secondo semaforo scatta ottimamente davanti a Vitali e Tamburini. Quarto Faccani davanti a Toprak, Scheib e Sandi. Nemmeno il tempo di finire un giro e scatta la bandiera rossa per la caduta che ha visto coinvolti Nocco e Moser. 

Nella terza partenza parte bene ancora una volta Rinaldi che precede Tamburini e Marino. Quarto Sandi seguito da Toprak, Faccani e Vitali. Durante il giro Marino passa su Tamburini, mentre un contatto tra Vitali e Marino mette fuori gioco entrambi.

Al terzo giro scivola Marino, mentre Rinaldi ha già tre secondi e mezzo di vantaggio su Tamburini secondo. Terzo Toprak insidiato da Sandi. Sesto Faccani davanti a Ferrari. A cinque giri dal termine Rinaldi è solo al comando. Secondo è Tamburini davanti a Sandi che ha superato Toprak. Quinto Faccani in solitudine, sesto Ferrari. 11° Sanchioni davanti a Manfredi e Calia, che deve però scontare un passaggio in corsia box per jump start.

Terz’ultimo giro. Rinaldi controlla la testa cos’ come Tamburini in seconda piazza, mentre Sandi e Toprak continuano a lottare per la terza posizione. Quinto Faccani, poi Ferrari, Suchet, Jones, Schacht e Manfredi. 11° Sanchioni, 13° Pusceddu davanti a Cecchini. Nel frattempo scivola Scheib.

Ultimo giro. Rinaldi trionfa comodamente davanti a Tamburini e Toprak, che negli ultimi due passaggi è riuscito a staccare Sandi. Quinto Faccani, sesto Ferrari davanti a Suchet, Jones, Schacht e Sanchioni. 13° Cecchini davanti a D’Annunzio. Caduto Manfredi nelle ultime curve.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy