Tu sei qui

MotoGP, La KTM finalmente...mette le ali

Pol Espargaro è sceso in pista con un cupolino vagamente...alare. I risultati però ancora latitano

MotoGP: La KTM finalmente...mette le ali

La KTM, contrariamente alle sue rivali, non ha l'obbligo di dover omologare due carenature in tutto durante la sua stagione, nella sua qualità di debuttante in MotoGP.

Così per la prima volta nel Gran Premio del Texas la casa di Matthigofen ha presentato la sua interpretazione del regolamento riguardante le restrizione sull'aerodinamica.

Niente di rivoluzionario, comunque, semplicemente una forma del cupolino leggermente alare. La KTM comunque è ancora distante anni luce dalla competitività. Nella prima giornata di prove il migliore dei suoi due piloti, Pol Espargarò si è beccato quasi due secondi e mezzo dal miglior tempo. Bradley Smith invece è stabilmente il fanalino di coda del gruppo, ma a sua discolpa non è ancora fisicamente a posto dopo l'incidente nell'Endurance.

Non si sono invece ancora viste in gara le soluzioni di Aprilia e Ducati, sicuramente più innovative e complesse.

"Noi riproveremo presto la nostra carenatura, che è stata omologata - ha detto Romano Albesiano, responsabile del reparto corse Aprilia - è la strada da seguire".

Ad Austin si è rivista anche la carenatura con spoiler intubati della Suzuki.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti