Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: vincere non è impossibile

"Sicuramente potrò lottare per la pole position, Vinales è un passo davanti a tutti ma le cose possono cambiare"

MotoGP: Lorenzo: vincere non è impossibile

Lorenzo aspettava dalle risposte dalla pista di Losail e sono arrivate. L’affiatamento con la Ducati sta migliorando e il cronometro gli sta dando le prime soddisfazioni. Non sono però solo i tempi a tranquillizzarlo, è la sua comprensione dei pregi e dei difetti della Desmosedici ad aumentare.

Sono molto felice di questo ultimo giorno di test, ho fatto grandi progressi rispetto a ieri soprattutto quando ho montato la gomma morbida, come mi aspettavo. È stato il fattore più importante - spiega - La moto è migliorata in tutti gli aspetti, è diventata più facile, meno fisica e più veloce”.

Il 4° tempo dice che nel giro secco è già a un buon livello, ma per la gara serve altro.

Non sono riuscito a terminare la simulazione di gara perché l’anteriore ha iniziato a vibrare un po’ con la gomma morbida, forse è un po’ troppo soffice per la gara - racconta - In generale, però, sono contento della mia posizione, è la migliore in questi test invernali ed è un bel segnale e anche il distacco dal primo è ridotto”.

Una bella base per la gara.

In questa pista potrò essere molto competitivo, sicuramente sul giro secco. Sul passo dobbiamo ancora lavorare per quanto riguarda le gomme, o allungando la vita delle morbide o cercando di essere più veloci con le dure. Sono comunque ottimista”.

Jorge ha anche provato la nuova carena.

Ha punti positivi e negativi, dovremo analizzare i dati per migliorarla”, afferma.

A questo punto bisogna tirare le somme e confrontarsi con gli avversari, soprattutto Vinales.

Sembra che Maverick sia sul giro secco che sul ritmo sia un passo davanti a tutti, però le cose possono cambiare - è ottimista - Per la pole position potremo lottare, per la gara c’è un po’ di lavoro da fare”.

La strada è ancora lunga, ma Lorenzo sta procedendo a passo spedito.

Ho faticato più di quello che pensavo, ma qui la moto va molto bene, come speravamo - continua - Ieri eravamo distanti e oggi più vicini, Vinales sta andando forte e sta facendo la differenza. Ma ora ho più esperienza e capisco meglio la moto, penso che avremo qui una bella opportunità.

Non bisogna solo mollare.

Penso di essere al 70% con la Ducati in questo momento - afferma - Non so cosa succederà durante la stagione, penso che vincere sia possibile. Dovremo ragionare sia nel breve termine che nel lungo, per il prossimo anno. La moto è potente e nervosa, chiede molto dal fisico, ma oggi mi sono sentito meglio e mi sto adattando. Passo dopo passo sarà più semplice.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti