Tu sei qui

MotoGP, Yamaha fa tris in Qatar: 1° Vinales, 2° Rossi, 3° Folger

I TEMPI. Alle loro spalle Crutchow e l'Aprilia di Espargarò. Lorenzo è 8°, Dovizioso prova la nuova carena Ducati ma non si migliora

MotoGP: Yamaha fa tris in Qatar: 1° Vinales, 2° Rossi, 3° Folger

Ieri la Ducati, nelle mani di Dovizioso, era sembrata imbattibile ma oggi, in Qatar, non si è fatta attendere la risposta della Yamaha. La Casa giapponese ha piazzato infatti tre moto davanti a tutti, permettendosi di chiudere il tris grazie al debuttante Folger.

La differenza l’ha fatta ancora una volta Maverick Vinales, capace di scendere fino al limite di 1’54”455, vale a dire 4 decimi meglio del Dovi ieri e anche un decimo più veloce della pole di Lorenzo nello scorso anno. Rossi, a sua volta, ha fatto un grande passo avanti abbassando il suo riferimento di ieri. Valentino sembrava in difficoltà, ma quando mancava circa un’ora e mezza alla fine del turno ha tirato fuori gli artigli piazzandosi a 0”277 dal compagno di squadra. Il Dottore è stato anche vittima di un’innocua scivolata a inizio giornata.

La M1 va fortissimo anche nelle mani di Folger: il debuttante di Tech3 non finisce di stupire e si è preso il 3° posto a meno di mezzo secondo da Vinales. Non si pensi, però, che Jonas abbia fatto il classico giro a vita persa, perché ha mostrato un ritmo interessante. Non male neppure Zarco, 10°.

La prima Honda in classifica è invece quella di Cal Crutchlow, 4° a 0”577. La moto giapponese non ha particolarmente impressionato, a parte la prestazione del britannico e quella di Marquez (6°), le altre RC213V sono molto lontane: Pedrosa è 16°, Rabat e Miller 18° e 19°.

Promossa oggi l’Aprilia che nella mani di Aleix Espargarò è salita fino alla 5ª posizione, inserendosi fra le due Honda. La RS-GP sembra avere fatta un gran passo in avanti, ma Lowes paga ancora la sua inesperienza ed è 20°.

Passiamo a Ducati, oggi un po’ in ombra. La migliore delle moto bolognesi è stata la GP16 di Alvaro Bautista, che ha ritrovato lo smalto di Sepang. Il pilota di Aspar è 7° davanti a Lorenzo. Jorge, scivolato a inizio turno, era partito bene ma poi non è riuscito a migliorare il suo tempo. Ha fatto comunque meglio di Redding, che lo segue, e di Abraham, 11°.

Anche di Dovizioso, che oggi ha girato molto più lento rispetto a ieri (insieme a Pedrosa e Miller sono stati gli unici piloti a non migliorarsi oggi). Facile pensare che il forlivese, una volta avuta la conferma della competitività della GP17 a Losail, abbia preferito concentrarsi su altri lavori. Fra cui la prova della nuova carena, sicuramente innovativa rispetto a quelle della concorrenza. Non bene neanche Petrucci, 14° davanti a Baz.

Fatica la Suzuki a Losail, con Iannone 12° a più di un secondo dalla vetta e Rins 17°. A chiudere la classifica ci sono le KTM: Pol Espargarò paga 2”193, Smith addirittura 2”812.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti