Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: sorpreso di essere così veloce

"Mi viene tutto più facile ma solo la gara darà le risposte. Togliere le ali si sta rivelando un vantaggio, posso giocare con la Ducati"

MotoGP: Dovizioso: sorpreso di essere così veloce

Primo posto, con un buon distacco sui più diretti avversari, meglio di così la Ducati e Dovizioso non potevano iniziare in Qatar. Che la Desmosedici abbia un’empatia particolare con la pista di Losail è cosa nota ma oggi si è andati oltre alle aspettative.

Sono veramente felice, perché le sensazioni sono state buone dall’inizio - dice il Dovi - È importante e ci aiuta a lavorare molto in ottica gara nei prossimi due giorni, potrò concentrami solo sulle rifiniture. Sapevamo che la Ducati qui è molto veloce e competitiva, ma quest’anno sembra esserlo ancora di più. Sono rimasto un po’ sorpreso anch’io.

Ti senti tranquillo, quindi?
Le sensazioni sono positive, ma finché non segui gli avversari e non ti confronti direttamente con loro non puoi essere sicuro e oggi non mi è capitato. Ci sono ancora due giorni per capire quanto margine hanno ancora i nostri rivali”.

Però sei partito con il piede giusto.
Il tempo mi è venuto facilmente, ma essere costanti per tutta la gara è un’altra cosa e un punto che dobbiamo migliorare”.

Cosa è cambiato rispetto all’Australia?
A Phillip Island non eravamo andati così male come si è detto, poi lì erano andati forte in particolare 3 piloti, gli altri non avevano fatto vedere chissà cosa. Qui sembra che stia venendo tutto più facile, infatti tutti siamo andati più veloci”.

Tu in particolare…
“Posso fare determinate cose in modo più rilassato avendo questa velocità.Tutte le moto, con queste potenze e senza ali, si muovono molto ma ci si abitua. Non riesco a dare dettagli precisi su dove siamo più veloci, perché sia le moto che le gomme sono cambiate rispetto allo scorso anno. Sarà la gara a darci le risposte precise su cosa è meglio e peggio”.

E non avete ancora la nuova carena.
Senza le ali riesco a giocare di più con la moto e sto avendo le stesse sensazioni della Malesia. Era una preoccupazione questo cambio regolamentare e si è rivelato un vantaggio”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti