Tu sei qui

SBK, Rea: "La Kawasaki mi ha sorpreso ancora una volta"

Melandri secondo? " Sarà tra i favoriti, ma il Campionato è lungo e io penso solo ad arrivare davanti a tutti"

SBK: Rea: "La Kawasaki mi ha sorpreso ancora una volta"

Share


Ha voluto subito mettere le cose in chiaro. Johnny Rea non si è risparmiato in questa seconda e ultima giornata di preseason test a Phillip Island, conquistando la vetta con la sua Kawasaki. Il nordirlandese strappa il riferimento di giornata, ma quello che fa impressione è il passo gara evidenziato nel long run di venti giri, costantemente sull’1’31” basso.

Johnny, anche in Australia hai confermato il tuo potenziale.

“Penso di essere sempre stato competitivo in questi test, abbiamo ben chiara la direzione da seguire e i risultati in pista lo dimostrano. Anche qua ci sono stati dei miglioramenti importanti, in particolare per quanto riguarda il passo”.

Melandri ti segue a 30 millesimi. Ti preoccupa?

“È uno dei tracciati dove in passato si è dimostrato molto veloce, proprio come oggi. Il Campionato però è lungo e ci sono tante gare in calendario. Ovviamente bisogna fare particolare attenzione a Marco, perché ha una moto competitiva come la nostra”.

Qual è punto di forza di questa Kawasaki?  

“Gli ingegneri ascoltano sempre le miei indicazioni e dimostrano grande velocità nel metterle in pratica. Ci sono ancora tante cose da migliorare, però al momento il set-up è definito. Il motore e le sospensioni sono molto performanti”.

Sul passo gara sei stato velocissimo. Te lo aspettavi?

A dire la verità no, la Kawasaki mi ha stupito ancora una volta. Sono riuscito a svolgere un long run, dividendolo in due parti e la gomma usata mi ha dato riscontri importanti. Sono fiducioso per il weekend di gara”.

Credi che Melandri possa essere il diretto rivale per questo primo appuntamento del Mondiale.

“Io voglio rimanere concentrato solo su me stesso, senza pensare agli altri piloti. Il mio obiettivo è quello di arrivare davanti a tutti”.  

Articoli che potrebbero interessarti