Tu sei qui

Sponsored by

Dakar 2017: Tutti contro Price

I favori del pronostico sono per il pilota australiano della KTM, oggi ad Asunción il via della gara con i primi 39km di prova

Dakar: Dakar 2017: Tutti contro Price

Share


L’attesa è giunta al termine. Ad Asunción si alza finalmente il sipario sulla Dakar. Oltre 9000 km di percorso di cui 4000 circa di prove speciali, distribuite su dodici prove. Sono questi i numeri dell’edizione 2017 del RAID considerato come uno tra i più estremi di sempre.

Oggi il primo assaggio, tutto in territorio paraguaiano, con i primi 39km di prova a cui seguiranno 400 km di trasferimento. L’occasione per affilare le armi in vista di domani, quando la corsa entrerà nel vivo in Argentina, con partenza da Resistencia fino ad arrivare a San Miguel de Tucumàn.      

I favori del pronostico sono tutti per Toby Price, vincitore dell’ultima edizione, nonché primo australiano nella storia a trionfare nel RAID. Occhio anche allo sloveno Stevan Svitko, secondo un anno fa in sella alla KTM.

In casa Honda i riflettori puntati su Joan Barreda, ambizioso di riscatto, senza scordarsi da Paulo Gonçalves. Dopo il terzo gradino del podio dell’edizione 2016, siamo convinti che per Pablo Quintanilla l’asticella si alzerà. Il cileno della Husqvarna non vorrà certo tradire le aspettative nei suoi confronti.

Punta a voltare pagina anche Yamaha, che per l’occasione si affiderà a Helder Rodrigues e Adrien Van Beveren, affiancati dal nostro Alessandro Botturi. Sarà lui l’unico pilota azzurro al via della gara in sella a una moto ufficiale.   

Articoli che potrebbero interessarti