SBK: tutti gli iscritti alla stagione 2017

Pubblicate le entry list provvisorie anche per la Supersport e la neonata Supersport 300

Share


In SBK i giochi sono praticamente fatti e la FIM ha divulgato oggi la lista provvisoria aggiornata dei piloti iscritti per la stagione 2017. Lo schieramento di partenza ospiterà 21 piloti, 3 in meno del 2016, non un bel segnale in assoluto. Non cala invece la presenza dei costruttori con ben 7 marchi diversi in competizione fra loro (Aprilia, BMW, Ducati, Honda, Kawasaki, MV Agusta e Yamaha).

A fare la parte del leone sono i piloti britannici, che contano ben 5 piloti capitanati dal campione del mondo Jonathan Rea. Solo uno in più degli italiani (Melandri, Savadori, Badovini e Russo), ma otteniamo il pareggio se contiamo anche il sammarinese De Angelis.

Sui 21 partenti, 19 sono europei mentre a rappresentare l’America ci pensano lo statunitense Hayden e l’Argentino Mercado.

Più affollata la Supersport con 30 iscritti, 24 quelli che prenderanno parte al Mondiale e 6 quelli che si giocheranno la Coppa Europa (di cui due sono italiani: Zaccone e Cretaro). Ben 6 le Case schierate con Kawasaki la più apprezzata (9 moto), seguita da Honda (7), MV Agusta e Yamaha (entrambe 5), mentre Triumph avrà 2 moto, come le Suzuki che saranno schierate solo nella Coppa Europa.

La Supersport piace agli italiani che schierano una corazzata con ben 8 piloti: Caricasulo, Pizzoli, Baldolini, Gamarino, Roldo, Canducci, a cui si aggiungono i già citati Zaccone e Cretaro. Per quando riguarda i passaporti, c’è più varietà nella 600 che in SBK con Turchia, Giappone, Stati Uniti, Australia, Sud Africa, Malesia e Nuova Zelanda rappresentate, oltre alle ‘solite’ nazioni europee.

Ultima entry list per la neonata Supersport 300, che ha riscosso un grande interesse con 35 piloti iscritti, anche se al momento devono rimangono ancora tre selle vuote. Tantissimi gli italiani in questa categoria con ben 13 azzurri al via, più di un terzo dello schieramento: Aloisi, Pontone, Rovelli, Triglia, Coppola, Carbonera, De Gruttola, Giacomini, Settimo, Facco, Bastianelli, Grassia e Cupaioli.

Nella 300 troviamo anche l’unica donna, Ana Carrasco, che corse negli anni scorsi nel Mondiale Moto3. Tante anche le nazioni rappresentate, guardano fuori dall’Europa ci sono Sud Africa, Brasile, Indonesia, Nuova Zelanda, Ucraina, Stati Uniti.

Per quanto riguarda le moto, 3 le scelta possibili: Yamaha è la preferita con 20 piloti, Kawasaki ne ha 12 mentre Honda è fanalino di cosa con 3.

Share

Articoli che potrebbero interessarti