Tu sei qui

Moto2, Morbidelli: Favorito per il titolo 2017? È uno stimolo

Franco svela: "In questa stagione ho trovato l'equilibrio, ora sono veloce sempre e in ogni condizione"

Morbidelli: Favorito per il titolo 2017? È uno stimolo

A Valencia Franco Morbidelli inseguiva la prima vittoria in Moto2. Ad inizio gara ha duellato con Zarco, in seguito ha tentato di rimanere agganciato alla seconda posizione, fino a quando la gomma non l’ha tradito nel finale. L’unica consolazione è il terzo gradino del podio alle spalle di Luthi. Nonostante il dispiacere, il pilota Marc VDS conferma ancora una volta la propria costanza in questa seconda parte di stagione.

“Purtroppo è stata una gara sfortunata, dato che ho consumato le gomme negli ultimi due giri. Mi sarebbe piaciuto conquistare la seconda posizione, ma non sono riuscito a gestire al meglio gli pneumatici”.

Zarco ti ha indicato come uno dei favoriti per il titolo nel 2017.

“Mi fa molto piacere ricevere queste parole di stima da parte di un avversario come lui”.

Dalla gara del Sachsenring sei stato il pilota che ha raccolto più punti.

“Di sicuro questi numeri fanno ben sperare per il prossimo anno, penso sia fantastico”.

Hai sofferto le gomme nel finale.

“In gara c’è sempre meno feeling rispetto alle prove. Inoltre la battaglia con Johann ha inciso sull’usura degli pneumatici, tanto da rallentare negli ultimi giri. Avrò poi modo di capire cosa sia successo”.

Per un soffio hai perso il terzo posto assoluto in Campionato.

“Perdere di così poco lascia grande dispiacere. Brucia molto, però devo accettare il risultato, migliorando per il prossimo anno”.

Qual è il bilancio del 2016?

“Penso sia stato molto positivo, infatti sono contentissimo. Abbiamo capito gli errori, migliorando e trovando l’equilibrio. Sono riuscito a essere veloce sempre e in ogni condizione”.  

Ci sarà della pressione il prossimo anno?

“Di sicuro, uno stimolo, più ci sarà meglio è”.

Adesso sarai concentrato sui test.

“A Jerez proveremo la moto nuova. In seguito dovrò sottopormi all’intervento per rimuovere il chiodo e poi qualche giorno di vacanza per ricaricare le batterie”.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti