Tu sei qui

SBK, Losail, Davies:"Risultato che un po' mi aspettavo"

GARA 2-"Un po' dolceamaro, non è bastato per il secondo posto", Rea:"Ho pensato alla squadra"

Losail, Davies:"Risultato che un po' mi aspettavo"

Share


Stagione che si conclude in modo trionfale per Chaz Davies. Il pilota Ducati inanella il sesto successo consecutivo e porta ad 11 il numero di vittorie stagionali, 2 più del Campione del Mondo Jonathan Rea.

La seconda vittoria nella notte del Qatar arriva al termine di una cavalcata iniziata al primo giro quando Davies si è portato al comando per poi prendere progressivamente margine sugli inseguitori, capitanati da Sykes. Una prestazione che non ha avuto disturbo dall'interruzione della corsa all'ottavo passaggio per olio in pista. Alla ripartenza infatti, con distanza ridotta a 10 giri, il gallese ha imposto nuovamente il proprio ritmo, vanificando gli sforzi di Rea di ricucire il gap e prima che lo stesso cedesse la seconda posizione in gara e campionato al compagno di squadra Sykes:"Prima delle bandiere rosse stavo semplicemente cercando di gestire il margine, ma dopo la ripartenza la gara è stata breve ed intensa" ,è stata l'analisi del gallese.

Che quindi ha aggiunto:"Quando ho visto che Rea stava rimontando, ho spinto un po’ di più e fatto tutto il possibile per portare a casa un’altra vittoria. È un risultato dolceamaro, perché non è stato sufficiente a farci chiudere la stagione al secondo posto, ma un po’ me lo aspettavo. Siamo stati i più veloci in pista dopo la pausa estiva; dobbiamo continuare a crescere, iniziare il prossimo campionato in questo stato di forma ed essere il più costanti possibile per portare a casa il trofeo più prestigioso. Grazie a tutti per il sostegno!

Jonathan Rea dal canto avrebbe voluto forse chiudere il weekend di Losail con un successo, ma contro un Davies ed una Ducati in grande condizione c'era ben poco che si potesse fare: "Oggi ho guidato con il cuore, ha fatto quello che  potevo" la sua parole. " Nella prima parte avevo il sensore  del cambio che funzionava male e quindi l'interruzione è stata un bene - continua Johnny-  ma quando siamo ripartiti era una gara di dieci giri, ripartendo dal nono posto non era facile fare di più. Per di più ho passato troppo tempo dietro a Leon Haslam e a Tom i primi giri. Chaz ha preso margine su di me e quando ho visto che non era possibile vincere ho deciso di lavorare per la squadra e la Kawasaki". 

Tom Sykes si gode il secondo posto in campionato e ringrazia il compagno per il gesto di farlo pasare all'ultimo giro per guadagnare quel tanto che bastava per non essere superato da Davies in classifica:"E 'stato  tutto sommato un fine settimana strano" dichiara Sykes, che poi analizza la sua gara. " L'interruzione credo che sia stata una fortuna per noi, perchè non avevo la velocità per 17 giri. Alla ripresa sono riuscito a girare alcune tornate sul passo dell'1'57 , e non me lo aspettavo". Infine il ringraziamento va al compagno di team:"E' stato un bel gesto da parte sua, una cosa che ho apprezzato molto".

Articoli che potrebbero interessarti