Tu sei qui

Bandiera rossa e pioggia: FP1 inutili per la Moto2

A Sepang il turno è stato prima interrotto per pulire la pista, poi il diluvio. Luthi il più veloce sull'asciutto

Bandiera rossa e pioggia: FP1 inutili per la Moto2

Share


La prima sessione di prove libere della Moto2 si è aperta con molte cadute. Nei primissimi minuti sono finiti a terra nell’ultima parte della pista Pons e Simeon. Poco dopo, alla curva 14, è scivolato Lowes, Sam mentre stava rientrando in pista è stato buttato a terra dalla moto di Zarco, caduto mentre sopraggiungeva.

Nessun pilota ha riportato conseguenze fisiche, ma la Direzione Gara ha deciso di esporre la bandiera rossa e interrompere il turno per controllare le condizioni della pista e pulire l’asfalto nel punto incriminato.

La fortuna però non è stata nuovamente dalla parte dei piloti della Moto2 e, pochi minuti dopo la riapertura della pista (e una caduta di Corsi alla curva 6) è iniziato a diluviare. I piloti sono potuti rientrare in pista - naturalmente con gomme rain - solo quando mancava un quarto d’ora dalla fine della sessione. Tempo utile per mettere posto le moto sotto l’acqua.

Naturalmente, la classifica non può essere molto indicativa perché i piloti hanno potuto completare pochissimi giri con l’asfalto asciutto. Per la cronaca, il più veloce è stato Luthi con il tempo di 2’10”121, seguono Schrotter, Marquez, Pons Syahrin, Pasini, Baldassarri, Simeon, Folger e Vierge a chiudere la Top Ten.

I TEMPI

Articoli che potrebbero interessarti