Tu sei qui

MotoGP, Andrea Iannone: a rischio anche il GP d'Australia

Scrive su Facebook: "E' straziante stare a casa!" Ma potrebbe saltare anche la prova di Phillip Island

Andrea Iannone: a rischio anche il GP d'Australia

Share


"Nel mio percorso ho vissuto tante sensazioni; dalla paura alla felicità, dal dolore alla gioia, ma non mi era mai capitato di sentirmi così! Come un'aquila con le ali legate, come un leone in gabbia!

Sono sempre stato abituato a guadagnarmi le cose, a decidere, a combattere, a rischiare... ma adesso è diverso! Adesso, purtroppo, non posso fare altro che aspettare. È straziante!

Mi mancano le abitudini di ogni weekend: i rumori, le persone, la mia squadra, la mia moto, il mio lavoro. Mi manca quella normalità che non mi ha mai stancato, che mi fa svegliare felice ogni giorno e mi fa vivere ogni attimo a 350 all'ora.
Mi manca guidare; la mia più grande passione, la mia più grande ricchezza... la mia unica, vera, ragione di vita!
Ci vediamo presto perché non ne posso più!"

Pensieri e parole di Andrea Iannone. Le ha affidate a Facebook per condividere con i suoi tifosi la frustrazione di dover stare a casa mentre i suoi colleghi corrono.

Da ciò che scrive si potrebbe pensare che 'il Maniaco' ha già un piede sull'aereo che dovrebbe portarlo in Australia per correre a Phillip island la prossima settimana, ed invece no: anche il prossimo Gran Premio è a rischio.

E' questa la voce che circola nel paddock di Motegi e che dice che lo rivedremo solo a Sepang, in Malesia. La vertebra fratturata infatti non è ancora saldata e non si può certo tacciare Andrea di non averci provato visto che avrebbe voluto correre a Misano e si è presentato regolarmente in pista nelle libere di Aragon.
Per il momento non c'è ancora l'ufficialità, ma sembra che Michele Pirro sia stato già allertato e, lui sì, è già pronto a partire alla volta di Phillip Island.

 

Articoli che potrebbero interessarti