Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "Con Bridgestone frenavo come un animale"

L'alfiere Ducati svela: "Questa volta ho in mano tutte le carte che servono per fare bene"

Dovizioso: "Con Bridgestone frenavo come un animale"

Share


È senza dubbio una delle note positive del venerdì di Motegi. Sarà soltanto l’inizio, ma Andrea Dovizioso ha mostrato che la sua Ducati è lontana parente rispetto a quanto visto negli ultimi due appuntamenti di Misano ed Aragon. Primo al mattino, il forlivese ha mancato la doppietta nel pomeriggio, risultando soltanto 53 millesimi più lento rispetto a Lorenzo.  

“Sono molto soddisfatto per come abbiamo iniziato, siamo competitivi anche con le gomme usate e questo è un ottimo punto di partenza, dato che siamo riusciti tra l’altro a fare il tempo. Forse soffriamo qualcosa con gli pneumatici la pista presenta infatti staccate impegnative e Michelin fatica sulla stabilità in frenata”.

Qual è l’aspetto su cui bisogna concentrarsi?  

“Bisogna fare attenzione a come usi la pressione sul freno davanti. Arrivando così al limite c’è il rischio che il posteriore condizioni particolarmente l’anteriore. Abbiamo senza dubbio margini di miglioramento, dato che al momento non siamo ancora al top”.

Quali sono le sensazioni sul passo gara?

“Siamo in 5-6 piloti a giocarcela e vedremo domani chi riuscirà a compiere uno step in più”. 

Questa volta Ducati ha dimostrato di essere tra i migliori. Domani dovrete confermarvi.

“Sabato toccherà a noi fare la differenza. Abbiamo in mano tutte le carte che servono per fare bene, penso di trovarmi nella situazione migliore che potessi aspettarmi”.

Rispetto alle vecchie Bridgestone, cosa cambia qua a Motegi?

“Bisogna limitare la pressione sul freno davanti,  mentre con Bridgestone potevo essere più  “animale” nella guida, mostrando maggiore aggressività. Con le Michelin, invece, avverto più grip al posteriore. È quindi un modo diverso di approcciare la frenate”.

Articoli che potrebbero interessarti