Tu sei qui

SBK, STK1000: una poltrona per due a Jerez

De Rosa e Mercado si giocheranno il titolo nell'ultima gara in Spagna dove, oltre alla vittoria, la matematica sarà decisiva

STK1000: una poltrona per due a Jerez

Con solamente 8 gare in calendario, disputate tutte sul suolo europeo, il campionato della Superstock1000 vedrà sul circuito spagnolo di Jerez l’epilogo di questa corta ma combattuta stagione 2016 in cui Leandro Mercado e Raffaele De Rosa si stanno giocando il titolo.

Il pilota argentino del team Ducati Aruba Junior ha iniziato vincendo la prima gara ad Aragon, mentre il napoletano del team Althea BMW ha chiuso la gara spagnola sul terzo gradino del podio. Nella seconda tappa continentale a vincere è stato proprio De Rosa, approfittando della prova incolore di Mercado, nono a più di 26 secondi dal vincitore azzurro.

È stata la bellissima pista di Imola ad ospitare il terzo round e sul circuito del Santerno l’argentino ha piazzato la sua seconda zampata, mentre il napoletano ha concluso ancora al terzo posto. Ma in Inghilterra, a Donington Park, De Rosa e la sua BMW S1000RR vincono ancora, battendo il pilota Ducati di tre secondi ed oltre.

Il fattaccio è avvenuto a Misano, in occasione della quinta gara: un contatto all’ultimo giro ha visto i due rivali per il titolo andare a terra, con zero punti portati a casa da entrambi i piloti.

Però, oltre al danno, il pilota Althea BMW ha ricevuto anche la beffa, con la penalizzazione da scontare nella gara del Lausitzring, ovvero, tre posizioni di ritardo sulla griglia di partenza rispetto al suo tempo reale.

 

Nella domenica tedesca Mercado ha vinto ancora una corsa bagnata dalla pioggia, De Rosa, invece, ha naufragato finendo in decima posizione, ben lontano dal podio.

Penultimo appuntamento circa due settimane fa a Magny-Cours, Francia; a trionfare è stato il padrone di casa Lucas Mahias con la Yamaha R1, De Rosa riesce a strappare un terzo posto, Mercado chiude solo settimo; con questi ultimi risultati, la classifica di campionato vede Mercado a quota 111 punti, De Rosa insegue a 104, 7 lunghezze in meno.

Con 25 punti da assegnare, a Jerez si deciderà tutto e se l’argentino dovesse finire la gara davanti all’italiano si aggiudicherebbe il titolo. De Rosa, per conquistare il campionato, avrà la necessità di transitare sotto alla bandiera a scacchi prima di Mercado, ma attenzione: qualora il pilota BMW vincesse ed il ducatista finisse al secondo posto, la matematica darebbe ragione a quest’ultimo. Quindi, De Rosa dovrebbe finire sul gradino più alto del podio e Mercado solo terzo… in quel caso il napoletano si porterebbe a casa il campionato con due punti di vantaggio.

Non è tutto: nel caso in cui i due protagonisti finissero a pari punti, la Coppa del Mondo Superstock andrebbe ancora nelle mani di Mercado, perché verrebbe considerato il numero più alto di gare vinte dall’argentino. Per lui sarebbe la seconda affermazione, dopo quella già ottenuta nel 2014 sempre su Ducati Panigale.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy