Tu sei qui

SBK, A Magny-Cours è tempo di esami

Per Tom Sykes sarà vietato sbagliare, Rea cerca l'affondo. In SS quasi fatta per Sofuoglu

A Magny-Cours è tempo di esami

Share


In Germania, sul Lausitzring, è stata un'altalena di emozioni: dopo Gara 1 con la caduta di Rea ed il secondo posto di Sykes il vantaggio del Campione del mondo sembrava a rischio. Ci ha pensato il diluvio di Gara 2 e rimettere le cosa a posto per Johnny. La sua vittoria e la conseguente prestazione opaca del compagno di squadra hanno riportato il gap tra i due a quota 47 lunghezze, garantendo così un buon margine di sicurezza per le tre prove ancora da disputare. Margine che fa tirare un sospiro di sollievo al leader di classifica, ma che ancora non è sufficiente a garantire un finale di campionato tranquillo" Abbiamo un vantaggio di punti, ma non abbastanza per stare serenidichiara Rea- non possiamo pensare di gestire 47 punti, perché abbiamo visto come sia facile perderne".

Dal canto suo Tom Sykes non può commettere errori. I punti in ballo sono 150, margine di recupero ce n'è, ma per il pilota di Huddersfield la trasferta in Borgogna ha quasi le sembianze di un'ultima spiaggia nella rincorsa al Titolo, e le condizioni incerte che attendono i piloti mettono ancora più carne a fuoco: "Ci sono comunque alcune buone idee per il weekend nel caso dovesse piovere." avverte Tom.

Chi ha di che fare scongiuri sarà Chaz Davies. Il pilota Ducati non ha mai avuto un feeling particolare con il tracciato francese, ma più in generale con asfalto bagnato. Lo scorso hanno ha chiuso sul podio in Gara 2 finendo sesto in Gara1 sul bagnato. Se si esclude una vittoria in Supersport nel 2011 qui Chaz è a digiuno di trionfi. In Germania si è visto- almeno fino a quando non è arrivata la pioggia- un Davies in grande spolvero e si attende una conferma della ritrovata vena per il pilota inglese.

Il meteo non spaventa Davide Giugliano che si gioca le ultime possibilità di lasciare la squadra con il bel ricordo del suo primo successo in SBK, mentre il team Iodaracing Aprilia con Lorenzo Savadori in testa e dopo aver rotto il ghiaccio con De Angelis in Germania, cerca un riconferma sul podio dopo aver sfiorato la clamorosa doppietta in Lusazia due weekend fa.

Occhi puntati sulla Honda di Nicky Hayden, che paga lo scotto di un tracciato a lui sconosciuto, ma potrebbe trarre vantaggio nel caso di condizioni difficili. Sorvegliato d'obbligo è anche Sylvain Guintoli che dopo il rientro in Germania, sulla pista di Casa potrà dire la sua , prestazioni della R1 permettendo.

Chi potrà lasciare la Francia con il sorriso è Kenan Sofuoglu, che ha in tasca il primo match ball stagionale per portare a casa il quinto titolo della categoria, sono 53 i punti che lo seprano dal compagno/rivale Krummenacher a tre round dalla fine. Tutta da vivere la sfida in Superstock 1000 tra Raffaele De Rosa e Leandro Mercado, separati in classifica da sole 14 lunghezze.

Articoli che potrebbero interessarti