Tu sei qui

Moto2, Morbidelli: Ho gettato il cuore oltre l'ostacolo, ma non è bastato

L'alfiere Marc VDS terzo alle spalle di Marquez: "Per puntare alla vittoria ci manca essere competitivi in qualifica"

Morbidelli: Ho gettato il cuore oltre l'ostacolo, ma non è bastato

Una sfida avvincente, tutta in famiglia quella per il secondo posto ad Aragon. Franco Morbidelli avrà dovuto cedere l’onore delle armi ad Alex Marquez, ma la prestazione del pilota laziale conferma i passi avanti dell’alfiere Marc VDS, al quarto podio stagionale

“Eravamo molto vicini, soprattutto all’ultima curva. Purtroppo non sono riuscito ad avere la meglio, ma è un buon risultato, perché conferma che siamo competitivi. Non ho avuto una buona partenza, sono comunque riuscito a recuperare, dimostrandomi costante nel corso della gara vicino ai primi”.

Una domenica tutta alla rincorsa.

“Devo migliorare la qualifica, perché al momento sono più forte in gara. Credo sia l’ostacolo più complicato su cui incidono diversi aspetti. Domani svolgeremo dei test per compiere dei passi avanti”.

Cosa manca ancora per la vittoria?

“Qua è mancata una buona posizione di partenza. Nelle prove serve essere subito competitivi, quando si vuole ambire alla vittoria è fondamentale avere una buona base di partenza”.

Hai cercato ogni varco per precedere Alex.

“Ho tentato fino all’ultimo, perché se non ci avessi provato non mi sarei riconosciuto (sorride). E’ come se avessi gettato il cuore oltre l’ostacolo, ma non ce l’ho fatta”.

Adesso mancano quattro gare. Quali sono quelle favorevoli?

“Motegi mi piace molto, però c’è un punto interrogativo, dato che lo scorso anno non ho girato. Anche Valencia non è male, così come Philipp Island. Devo dire che tre su quattro sono favorevoli, vedremo cosa accadrà”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti