Tu sei qui

MotoGP, Aprilia davanti alle Ducati: "Siamo in un buon momento"

Albesiano: "Due moto nei primi 10 in un GP senza cadute, ma rimaniamo con i piedi per terra".

Aprilia davanti alle Ducati: "Siamo in un buon momento"

Share


L'Aprilia sta cominciando a farsi vedere, anche se il 9° e 10° posto di Bautista e Bradl non sono la migliore prestazioni dei piloti della casa veneta. Il tedesco ha fatto meglio in Argentina ed Olanda, lo spagnolo nella gara di casa a Barcellona. Ad Aragon ha contee è stato il ftto che entrambi hanno preceduto le Ducati di Dovizioso e Pirro.

Il distacco dai primi è comunque ancora importante: 23.071 per Alvaro, 27.898 per Stefan.

"E' stata comunque una bella gara, con due moto nei primi dieci in una corsa senza cadute - ha sottolineato Romano Albesiano - Il distacco dal primo è il minore mai raggiunto, si tratta di un dato piuttosto incoraggiante. Tecnicamente il trend è molto buono, lo si vede sia dalle prestazioni in tutti i turni di prova sia dall'atmosfera all'interno del team, che comprensibilmente si "carica" quando il potenziale diventa interessante. Siamo in un buon momento ma dobbiamo mantenere i piedi per terra, per noi il lavoro non è certo finito visti i nostri obiettivi. Dobbiamo migliorare su tutti i fronti ma siamo consapevoli delle nostre possibilità".

"Ho avuto buone sensazioni durante tutte le prove - ha raccontato Bautista -  abbiamo lavorato bene e nelle FP4, quando ho avuto un ritmo consistente anche con gomme usate, ho capito che potevamo fare bene in gara. Ho lottato con Hernandez e con Dovi, riuscendo a superarli, e mi sono messo in scia a Pol i cui tempi erano molto simili ai miei. Abbiamo mantenuto un buon passo, vedevo che continuavamo a recuperare sul gruppo che lottava per la quinta posizione ma verso fine gara ho perso un po’ di confidenza con la gomma posteriore. Il nono posto è comunque un gran risultato, per me e per Aprilia viste anche le prestazioni di Stefan. Da Misano abbiamo fatto sicuramente un passo avanti".

"Sono contento della top 10 e del fine settimana in generale - gli ha fatto eco Bradl - Siamo cresciuti durante le prove. Siamo progrediti in termini di ciclistica dalla gara di Misano, migliorando specialmente la frenata ed abbiamo maggiore sensibilità con la gomma anteriore. Ovviamente si può ancora migliorare, nello sfruttamento dello pneumatico posteriore ad esempio, per essere più veloci con gomma nuova, ma non siamo lontani".

Share

Articoli che potrebbero interessarti