Tu sei qui

SBK, Davies: sento la moto di nuovo "mia"

"Il campionato resta aperto, abbiamo visto che tutti possono commettere errori", Giugliano:"Ho lottato, ma impossibile fare di più oggi"

Davies: sento la moto di nuovo "mia"

Share


Vittoria schiacciante per Chaz Davies sull'Eurospeedway di Laustiz. Il pilota in sella alla Panigale numero 7 ha vinto con un distacco di oltre 10 secondi su Tom Sykes,  centrando un successo che mancava dal Gp di Imola ad inizio maggio. Una vittoria condita dalla Superpole , seconda stagionale, ed al giro record con il crono di 1'37.357.

"Dopo la lunga pausa, ero un po’ ansioso in vista della gara, ma oggi è andato tutto alla perfezione - le parole di Davies a fine gara -  I due test effettuati durante l’estate sono stati molto importanti, perché mi hanno permesso di ritrovare il feeling con la Panigale".

Le cose sembrano andare al meglio ora per Chaz:" Sento la moto di nuovo ‘mia’, e per questo voglio ringraziare la squadra e Ducati per il lavoro svolto. Avevo fiducia nel mio passo dopo le prove di ieri, ma non pensavo di vincere con un distacco simile. Il campionato resta aperto, abbiamo visto che tutti possono commettere degli errori, e proveremo a vincere il maggior numero possibile di gare da qui alla fine senza guardare troppo alla classifica” ha quindi concluso. 

Superpole 1, chiusa con il miglior tempo, per Davide Giugliano che, scattato dalla terza fila con l'ottavo tempo era riuscito a risalire fino alla  quarta posizione alla partenza. Poi la lotta nel gruppo degli inseguitori  con alcune difficoltà in frenata, soprattutto nelle fasi iniziali con il serbatoio pieno. A fine gara Davide ha tagliato il traguardo in settima posizione, ma con un ritmo durante la seconda metà di gara lo lascia comunque fiducioso in vista di domani: “Abbiamo lottato duramente per superare alcuni limiti che ci hanno rallentato fin qui in questo round - dichiara il pilota romano-  ma purtroppo non ci è stato possibile fare di più oggi."

Quali i limiti che affliggono Davide sono presto detti: " Soffriamo ancora in fase di frenata, cosa che penalizza la fase di ingresso in curva e non mi consente di sfruttare al meglio le mie qualità, ma almeno nella seconda metà di gara il nostro passo era praticamente identico a quello di Sykes."

Ci si deve rimboccare le maniche per Gara 2 ed arrivano i complimenti al suo compagno di team: "Ora studieremo idee per riavvicinarci ai primi. Sono felice per la squadra, Chaz ha fatto una gara magistrale”.

Articoli che potrebbero interessarti