Tu sei qui

MotoGP, Marquez: le Ducati sono un passo avanti a tutti

Sull'incidente: "è stato un mio errore, ma non avrò problemi per la gara. Con Lorenzo è possibile lottare, con Valentino non so"

Marquez: le Ducati sono un passo avanti a tutti

Niente riesce a fermare Marc Marquez, neanche la lussazione della spalla patita nel turno di libere nel mattino. “E’ uscita ma poi, mentre stavo tornando ai box in scooter, è rientrata da sola” racconta come se parlasse di una scampagnata al mare.

L’importante è che l’infortunio non lo limiti.

In verità mi fa più male la destra che ho solo battuto. Non penso che avrò problemi in gara”, assicura.

Poi racconta l’incidente.

E’ stato un mio errore - ammette - Dani era abbastanza lontano ma ho frenato troppo tardi e sono arrivato lungo. Sfortunatamente ho trovato Pedrosa in traiettoria e per evitare il contatto sono caduto. In quel punto è difficile recuperare se sbagli, come succede in tante altre curve”.

Nonostante l’inconveniente, il piccolo diavolo è stato 5° in qualifica.

Era l’obiettivo, anche prima della caduta - sottolinea - Sapevo che le Ducati erano veloci e che lo sarebbero state anche le Yamaha per il giro secco”.

E’ la situazione che troverà anche in gara?

Le Ducati sono ancora un passo davanti a tutti - afferma Marc - Penso di potere lottare con Lorenzo, mentre non so se sarà possibile con Valentino, forse è un po’ più veloce di me. La situazione è che perdo tantissimo nel primo settore della pista, 3 o 4 decime dalle Ducati e un paio dalle Yamaha. Non è la migliore pista per la Honda, bisognerà capire come potere gestire la situazione”.

E magari migliorare ancora la moto.

Effettivamente mi è costato molto perdere il terzo turno di libere, ho preferito fermarmi perché avevo anche battuto la testa. Avevamo delle cosa da provare - continua - Il warm up sarà un’altra opportunità per migliorare. Con le Michelin non riesco a frenare in profondità come facevo con le Bridgestone. Ducati e Yamaha sono più stabili, grazie anche alle ali, oggi le ho provate anch’io ma non hanno funzionato come speravamo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti