Tu sei qui

Moto3, Red Bull Ring: Binder parte all'attacco

Il sudafricano fa subito il vuoto nelle prime libere del Gp d'Austria. Joan Mir a più di mezzo secondo, terzo Quartararo. Andrea Migno è quarto

Red Bull Ring: Binder parte all'attacco

Vacanze finite per i piloti del mondiale. Dopo la sosta dal Gp di Germania, i ragazzi della Moto3 tornano in pista in Austria, su un tracciato dove non si disputava una prova del Mondiale da 18 anni.A risvegliarli dal torpore vacanziero ci pensa un clima dalle tinte decisamente autunnali, con temperatura dell'aria di appena 8 gradi con l'asfalto che supera a malapena i 12 gradi.

La pausa ha ridato più benzina al leader del campionato Brad Binder. Il pilota KTM ha aperto il primo turno di prove libere mettendo subito le cose in chiaro sulle sue intenzioni: il suo 1.37"902 si traduce, oltre che nella prima posizione, in un vantaggio al momento di oltre mezzo secondo sui suoi inseguitori. Al secondo posto infatti troviamo lo spagnolo Joan Mir, sempre su moto austriaca, che accusa un gap di 0.584 decimi dal sudafricano. Terzo il francese Fabio Quartararo che non va oltre il tempo di 1.38"638 (+0.728).

A scalare di una posizione troviamo il primo dei piloti italiani: Andrea Migno chiude la sessione con un distacco di 1.027 secondi dalla prima posizione. L'olandese Bo Bendsneyder infine, sigilla il filotto di moto "orange" con il quinto tempo.

Il giapponese Hiroki Ono, porta la prima "non KTM" in sesta posizione. Il pilota Honda è a 1.202 secondi dalla vetta e sopravanza un'altra KTM, quella di Romano Fenati in settima posizione (+1.229). Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini sono rispettivamente in ottava e nona posizione, mentre a chiudere la top ten troviamo il tedesco Philipp Oettl.

Per quel che riguarda la situazione degli altri piloti italiani in classifica, la KTM di Andrea Locatelli porta a casa la 12esima piazza, mentre Nicolò Bulega non va oltre il 15esimo posto. A scalare, oltre la 20esima casella troviamo Francesco Bagnaia e Marco Bezzecchi (22esimo e 23esimo), mentre Stefano Manzi e Stefano Valtulini sono con il 25esimo e 26esimo tempo. A concludere ecco Lorenzo Petrarca che sigla il 28esimo crono con Nicolò Antonelli e Fabio Spiranelli che terminano la sessione in 31esima e 32esima posizione rispettivamente.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti