Tu sei qui

SBK, 8 Ore Suzuka: Nakasuga e Yamaha dettano legge in qualifica

La Casa dei Tre Diapason imprendibile, seguono Honda e Kawasaki, Canepa fuori dalla Top 10 Trials per 30 millesimi

8 Ore Suzuka: Nakasuga e Yamaha dettano legge in qualifica

Share


Una dimostrazione di forza che lascia ben pochi dubbi. Imprendibile per tutti la Yamaha Factory al termine delle qualifiche del venerdì della 8 Ore di Suzuka,  che hanno visto due sessioni, suddivise ciascuna in tre turni da 20 minuti, riservate ad ogni pilota. Ancora una volta Nakasuga ha messo in mostra i propri muscoli, l’unico in grado di abbattere il muro del 2’07. Il cronometro a fine giornata esalta la Casa dei Tre Diapason con il tempo di 2’06”908. Pol Espargarò risulta quattro decimi più lento del compagno, mentre venerdì agrodolce per Alex Lowes, vittima di una caduta alla chicane in occasione del primo turno. Nulla di grave per l’inglese tornato regolarmente in sella alla propria moto.

Alle spalle della Yamaha ecco inserirsi la Honda HARC-PRO. Soltanto nel finale arriva la zampata di Takahashi, risultando poco più di un decimo più lento rispetto al connazionale. van der Mark accusa invece quattro decimi, mentre è una qualifica in salita per Nicky Hayden, addirittura un secondo più lento in confronto all’olandese.

Nelle posizione di vertice c’è anche spazio per la Kawasaki del team Green, grazie ad un super Haslam che blocca il cronometro sul 2’07”563, precedendo di oltre sette decimi la Yamaha di Parkes. Costretta ad inseguire Yoshimura Suzuki con Tsuda autore del quinto tempo in 2’08”248, addirittura un secondo meglio rispetto ad Haga. Nella top ten c’è anche FCC TSR Honda, grazie al sesto crono siglato dallo svizzero Dominique Aegerter in 2’08”403. Quello che basta per precedere la Honda Toho di Yamaguchi di soli 23 millesimi. Ottava invece la Suzuki del quattro volte trionfatore Kagayama.

Doccia gelata invece per Niccolò Canepa. Il pilota ligure, all’esordio alla 8 Ore è risultato il più veloce in casa GMT94 con il riferimento di 2’09”299, mettendo dietro Mahias e Checa. Purtroppo per 30 millesimi è fuori dalla Top 10 Trials del sabato, dovendo quindi accontentarsi della dodicesima posizione. Per quanto riguarda gli altri italiani, Gianluca Vizziello e la Kawasaki partiranno trentaduesimi con il crono di 2’13”389, mentre Daniele Veghini è 57° con l’Aprilia in 2’15”135. Cinque posizioni più arretrata la Kawasaki di Emiliano Bellucci.   

Articoli che potrebbero interessarti