Tu sei qui

SBK, Hayden: "Alla 8 Ore di Suzuka voglio almeno un trofeo"

van der Mark non ha dubbi dopo i successi del 2013-2014: "Vincere per riscattare la delusione dell'ultima edizione"

Hayden: "Alla 8 Ore di Suzuka voglio almeno un trofeo"

L’obiettivo è il riscatto. Dopo la delusione dell’ultima edizione, Honda punta alla rivincita nella 39^ edizione della 8 Ore di Suzuka. Per l’occasione il team HARC-PRO ha deciso di puntare su Nicky Hayden. Un ritorno per il pilota americano, a distanza di tredici anni dall’ultima apparizione nella corsa Endurance del Sol Levante.

In lui sono riposte le speranze della casa giapponese nel mettere i bastoni tra le ruote a Yamaha, detentrice del titolo: “Ovviamente c’è grande emozione nel partecipare a una gara del genere – ha detto Hayden – tra l’altro Honda ha ottenuto grandi successi nelle passate edizioni.  Sono consapevole che sarà una grande sfida e non vedo l’ora di salire in moto e sentire la passione del pubblico”.

Hayden arriva all’appuntamento del Sol Levante dopo i Manufacturer Test della scorsa settimana: “Purtroppo in quella due giorni non abbiamo avuto molto tempo a disposizione per lavorare – ha aggiunto – inoltre il meteo non ha aiutato e c’era tanto traffico in pista. Sono convinto che sarà una gara tirata, dove il gioco di squadra sarà fondamentale, trovando il giusto set-up dall’inizio”.

Hayden ha comunque le idee chiare: “Questa gara l’ho seguita diverse volte negli anni – ha concluso – l’obiettivo è quello di portare a casa almeno un trofeo”.

HARC-PRO alla 8 ore si affiderà a Takumi Takahashi  e Michael van der Mark. L’olandese la conosce bene l’Endurance giapponese, tanto da essere salito sul gradino più alto del podio nel 2013 e 2014. Adesso è giunto il momento di ripetersi: “Lo scorso anno non andata secondo le attese – ha esordito – proprio per questo l’obiettivo sarà la vittoria. In squadra ci sono Nicky e Takumi – ha aggiunto – due piloti di grande esperienza e sicuramente competitivi”.

Anche van der Mark era presente la scorsa settimana in occasione di Manufacturer Test: “Sono stati due giorni utili – ha spiegato – probabilmente sarebbe servito un po’ più di tempo per preparare la gara, però la squadra ha tutte le carte in regola per arrivare alla vittoria”.  

  

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy