Tu sei qui

MotoGP, Andrea Iannone: oggi abbiamo fatto paura

L'abruzzese ha dominato nei test al Red Bull Ring: "siamo competitivi, ma gli avversari non sono ancora battuti"

Andrea Iannone: oggi abbiamo fatto paura

Share


Oggi ho fatto veramente paura!”, Andrea Iannone scherza ed è al settimo cielo terminati i test al Red Bull Ring. Non potrebbe essere altrimenti, perché quel 1’23”240 è un tempo che lascia senza fiato.

Dovizioso, il pilota più vicino a lui, paga più di 4 decimi, che diventano 6 abbondanti per Stoner e oltre 9 per le Yamaha di Rossi e Lorenzo.

E’ bellissimo andare in vacanza in questo modo”, continua l’abruzzese che probabilmente non vede l’ora di tornare in Austria per il Gran Premio di metà agosto.

Siamo andati bene, questa pista mi piace, non parlo solo del giro secco ma anche del passo - spiega - Ho fatto sempre uscite lunghe, di 9 o 10 giri. Abbiamo lavorato veramente tanto, sono stanco ma contento”.

Solo nel pomeriggio Andrea ha completa 40 giri e al mattino erano 31.

Sapevo di potere andare forte oggi e con il mio team ho lavorato bene - dici - C’è una bella intesa fra me e il mio capotecnico Rigamonti, quest’anno abbiamo fatto qualche errore ma di solito riusciamo sempre a tirare fuori il nostro potenziale”.

Andrea non incorre nell’errore di pensare agli avversari già sconfitti

Gli altri arriveranno - avverte - Però noi ci stiamo dimostrando competitivi, ora bisogna solo andare in vacanza e ricaricare le batterie. Gli avversari non sono ancora battuti”.

Le ultime parole sono sulla sicurezza della pista.

Abbiamo parlato con Franco Uncini, ho apprezzato il fatto che fosse qui - afferma - Rispetto al passato ci sono state delle modifiche, ma in alcuni punti i muri sono troppo vicini per i nostri standard. Durante il GP, in Safety Commission, parleremo delle modifiche da fare per il prossimo anno”.

Articoli che potrebbero interessarti